• Mondo
  • domenica 13 Gennaio 2013

Mubarak sarà processato di nuovo

I giudici di una corte egiziana hanno accolto il suo ricorso dopo la condanna all'ergastolo del giugno scorso

Un tribunale egiziano ha accolto il ricorso di Hosni Mubarak contro la condanna all’ergastolo del giugno scorso: l’ex presidente dell’Egitto sarà processato di nuovo. Mubarak era stato condannato all’ergastolo da un tribunale del Cairo nel giugno scorso, per non aver fatto nulla fermare l’esercito e le forze di sicurezza egiziane che spararono deliberatamente sui manifestanti, durante la rivoluzione del gennaio 2012, uccidendo circa 850 egiziani. Era stato accusato inoltre di abuso di potere e corruzione.

Anche nei confronti di Habib al-Adly, l’ex ministro dell’Interno, ci sarà un nuovo processo. Entrambi, probabilmente, rimarranno in stato di custodia cautelare. Mohamed Abdel Razek, l’avvocato di Mubarak, ha detto all’agenzia di stampa Reuters che anche nel nuovo processo la difesa presenterà le stesse prove sostenute fino a oggi, senza presentarne di nuove. Ha detto anche che i giudici, nella prossima sentenza, potrebbero prendere in considerazione la salute di Mubarak.

L’ex presidente è stato ricoverato più volte negli ultimi mesi: da giugno le sue condizioni sono peggiorate ed è stato in coma, dopo un attacco cardiaco. Oggi si trova in un ospedale militare, dopo essersi ferito a causa di una caduta nel bagno del carcere, a fine dicembre. Sabato scorso era stato interrogato per diverse ore, riguardo alcuni regali di grosso valore ricevuti dal quotidiano egiziano Al-Ahram.

Foto: Hosni Mubarak (AP Photo)