• Mondo
  • sabato 5 Gennaio 2013

Pescare le trote in un fiume ghiacciato

Le foto del Festival del ghiaccio di Hwacheon, in Corea del Sud, dove si fanno una serie di buchi su un fiume ghiacciato per cercare di pescare le trote che passano sotto

La contea di Hwacheon, nella provincia del Gangwon, è la prima area della Corea del Sud a gelare, quando arriva il mese di gennaio. Il fiume Bukhangang, ghiacciato anche quello, diventa completamente solido, con strati spessi fino a 40 centimetri: per molti abitanti della zona si tratta della condizione migliore per pescare le trote, afferrandole dai buchi che si creano sullo strato di ghiaccio.

Il Festival del Ghiaccio di Hwacheon si tiene ogni anno, e centinaia di migliaia di persone si dedicano soprattutto alla pesca delle trote, a mano o con un amo. Ai bambini, gli organizzatori danno una piccola paletta a forma di griglia da tirare giù e su dal buco fatto nel ghiaccio, finché non si riesce a beccare una trota. Oltre che con la paletta, usata soprattutto dai bambini, si può cercare di pescare la trota con un filo da pesca classico o immergendo direttamente la mano dentro il buco.

I buchi in tutto sono 11 mila e ogni giorno gli organizzatori immergono sotto il ghiaccio 32 mila chilogrammi di trote da poter pescare. Si tratta di un esemplare tipico di quelle zone che vive immerso nell’acqua a una temperatura inferiore ai 20 gradi centigradi. Durante il festival vengono organizzate anche altre attività: ci sono percorsi ghiacciati dove poter andare con uno slittino e c’è un’area dove si possono visitare le sculture di ghiaccio. Il festival è iniziato oggi e andrà avanti fino al 27 gennaio: la media è di circa 6mila visitatori al giorno, con spettacoli e giochi che vanno avanti fino a sera.