• Mondo
  • mercoledì 26 Dicembre 2012

I danni del maltempo negli Stati Uniti

Diversi tornado hanno colpito i paesi del Golfo del Messico e per domani è prevista una tempesta di neve sulla costa orientale del paese

Ieri, una serie di tornado hanno colpito lo stato dell’Alabama, nel sud degli Stati Uniti: nella città di Mobile almeno tre persone sono morte. I forti venti hanno distrutto intere case e ci sono alcune persone che si trovano ancora intrappolate sotto le macerie. Nella zona di Houston, in Texas, un albero è caduto sopra un furgone, uccidendo il conducente. Un’altra persona è morta in Louisiana per un albero caduto sopra una casa e una donna è morta in un incidente stradale a causa della strada ghiacciata a Fairview, in Oklahoma, secondo l’Associated Press.

Altre perturbazioni, in particolare una forte tempesta, hanno colpito ieri anche altri stati del sud come Texas, Louisiana e Mississippi. Nella zona del Golfo, dal Texas alla Florida, oltre 280mila persone sono ancora senza elettricità da ieri e sono stato cancellati più di 1.500 voli. La situazione potrebbe anche peggiorare nei prossimi giorni con il rischio di altri tornado, secondo il National Weather Service, il servizio meteorologico nazionale: le zone più a rischio sono la parte orientale della North Carolina e la parte nord-orientale della South Carolina.

 

Dopo le forti piogge di oggi  sulla costa orientale, il National Weather Service ha previsto per domani, forti nevicate e gelo, con il rischio di forti tempeste di neve soprattutto a New York, nella zona del Bronx e del Queens: la neve potrebbe arrivare fino a otto centimetri. Sono previsti anche forti venti, soprattutto nel nord-est, fino a 80 chilometri orari: la situazione dovrebbe migliorare a partire da venerdì prossimo.