Audiocassette famose [o-o]

I quadri di Benoit Jammes, dove le cassette che non usiamo più "interpretano" personaggi famosi e film di successo

Benoit Jammes è un designer francese che vive a Parigi, si occupa di design, progettazione, fotografia e ha un feticcio per le vecchie audiocassette.

L’idea di inserire un nastro magnetico in una scatolina di plastica è del 1963. Fino a relativamente pochi anni fa, soprattutto per una questione economica, l’audiocassetta era il supporto più diffuso per la musica e per i dati. Oggi le cassette non servono più, ma ci possono ancora ricordare momenti passati, vacanze, compilation per fidanzati/e e compagnia. Molti artisti, inoltre, hanno pensato di utilizzare quest’oggetto per inventarsi qualcosa di nuovo.

Nella serie che Benoit Jammes ha chiamato simbolicamente [o-o], il designer si ispira a personaggi famosi o ad alcuni film internazionali e crea dei piccoli quadri dove la cassetta “interpreta” il soggetto e ne ricorda alcune caratteristiche principali.
La vecchia audiocassetta con il nastro e i due buchi dentellati evoca al designer una specie di nostalgia legata all’infanzia e alla colonna sonora dei 60 minuti di musica in fila.
Benoit è convinto che molte persone giovani non abbiano mai avuto a che fare con quest’oggetto e che invece molte altre persone più vicine alla sua generazione (i trentenni, per cominciare) vedendo questi quadri possano relazionarsi con questo ricordo pop in maniera divertente.

La serie completa delle cassette di Benoit Jammes è visibile su Flickr. Il designer ha anche un sito dal quale si possono vedere i link nei quali ha caricato i suoi lavori.

Mostra commenti ( )