Sunday Post

Foto di Marte, la morte di Tony Scott e illustrazioni splatter nello stile delle istruzioni di emergenza degli aerei, tra le cose più viste sul Post questa settimana

Questa settimana, tra le cose più viste sul Post, ci sono le istruzioni splatter ideate da un’artista misteriosa, che somigliano a quelle che troviamo nel sedile di fronte a noi quando viaggiamo in aereo. Ma c’è anche un articolo che spiega bene che cos’è Comunione e Liberazione e un altro che racconta la storia inquietante di un giornalista di Wired che ha perso tutto online (ma poi, con un po’ di pazienza, ha recuperato quasi tutto). C’ anche è il regista Tony Scott, che si è suicidato da un ponte di Los Angeles, le foto in HD che ha fatto Curiosity su Marte e una risposta decisamente surreale alla domanda “e se saltassimo tutti insieme, la Terra si sposterebbe?”.

Che cos’è Comunione e Liberazione
Domenica scorsa è iniziato il Meeting di Rimini, che ogni volta monopolizza giornali e TG per qualche giorno. Ma che cos’è CL? Stiamo parlando di un movimento con circa 300 mila persone, intanto, ma anche una rete di 34 mila imprese, spesso al centro di critiche.

Perdere tutto online
Un giornalista di Wired in poche ore si è ritrovato in un incubo di dati cancellati e account fuori controllo: una storia che riguarda potenzialmente molti di noi. Con un po’ di tempo (e di soldi) la storia si è conclusa bene: il giornalista ha recuperato quasi tutto.

Istruzioni surreali
Una serie di illustrazioni di un’artista misteriosa che si firma Vaka Valo: sono molto simili a quelle che in aereo sono “poste nella tasca della poltrona di fronte a voi”, ma sono decisamente più inquietanti e splatter.

È morto Tony Scott
Nella sua carriera aveva girato alcuni grandi classici del genere d’azione, da Top Gun a L’ultimo boyscout, era il fratello di Ridley ed è morto lunedì, a 68 anni, lanciandosi da un ponte di Los Angeles. Al Post l’abbiamo voluto ricordare con la celebre scena della sigaretta, di L’ultimo boyscout, con Bruce Willis.

Quelli che barano alle Paralimpiadi
Archiviate le Olimpiadi, ora a Londra si aspettano le Paralimpiadi, che per questa edizione si annunciano molto più seguite del solito, tanto che i biglietti sono già quasi tutti esauriti. Ma anche nelle Paralimpiadi c’è qualcuno che bara: per esempio tra gli atleti con lesioni spinali ce ne sono alcuni che si fanno male per rendere meglio. È una pratica conosciuta da anni, ma sembra molto difficile da individuare.

E se saltassimo tutti insieme?
Qualche anno fa, nel 2006, qualcuno lanciò l’iniziativa del World Jump Day: molti si chiesero cosa sarebbe successo se tutto il mondo avesse saltato in contemporanea. Randall Munroe, l’autore della popolare striscia di fumetti xkcd su “tecnologia, scienza, matematica e relazioni personali”, si è immaginato la stessa scena, ma con tutto il mondo radunato in Rhode Island e un finale molto particolare, con “il Rhode Island diventa il cimitero di miliardi di persone”.

Marte, in HD
Le foto più belle scattate da Curiosity, la sonda della Nasa atterrata su Marte due settimane fa, che nei suoi primi 15 giorni sul pianeta ha iniziato a sparare raggi laser contro le pietre, ma lo ha fatto per una buona causa.

Com’è fatto il nuovo Frecciarossa 1000
Martedì è stato svelato, alla presenza di Mario Monti (nell’occasione dotato di un fischietto), un modello a grandezza naturale di un treno che promette di ridurre i tempi di viaggio tra Roma e Milano a 2 ore e 20 minuti, ma dovremo ancora attendere un paio di anni.

La volta che Marino andò in tv
Mercoledì a Terracina è stato ucciso Gaetano Marino, 48 anni, considerato il boss del clan camorrista degli scissionisti di Scampia. Lo scorso febbraio Saviano aveva accusato la RAI di averlo ospitato – e omaggiato – in una trasmissione di Raidue.

Dai blog:
La fine è vicina, di Makkox.
Ho perso la patente, di Marco Simoni.
Poi dice i contributi per l’editoria, di Filippo Facci.

Foto: PETER PARKS/AFP/GettyImages