Com’è fatto Office 2013

Le cose da sapere sulle nuove versioni di Word, Excel, PowerPoint e compagnia, che fanno le stesse cose, ma un po' meglio

Microsoft ha presentato Office 2013, la nuova edizione della sua serie di programmi per scrivere testi, preparare fogli di calcolo, presentazioni e per gestire la propria posta elettronica. Non si tratta ancora del prodotto finito, ma di una versione di anteprima per gli utenti, che hanno la possibilità di provare gratuitamente le nuove funzionalità in attesa che vengano sistemati gli ultimi dettagli per la messa in vendita. Office 2013 funziona solo sui computer che utilizzano Windows 7 e che utilizzeranno il prossimo sistema operativo, Windows 8 (per i Mac, Microsoft realizza una versione parallela di Office adattata al sistema operativo di Apple). I nuovi programmi sono stati studiati per funzionare sia sui PC tradizionali sia sui tablet e, tra le altre cose, sfruttano la tecnologia cloud per sincronizzare i loro contenuti tra computer diversi. Microsoft ha rivisto in parte la grafica delle applicazioni, mentre ha mantenuto un approccio più tradizionale sulle cose che possono fare.

Word
È probabilmente il programma più conosciuto e tra i più utilizzati di Office. Serve per scrivere testi e impaginarli e nella nuova versione, che richiama la grafica essenziale del sistema Metro per Windows 8, punta anche a rendere più semplice la lettura dei documenti. C’è, infatti, una nuova funzione per suddividere automaticamente i testi in colonne adattate alla dimensione dello schermo, così da semplificare la lettura specialmente sui tablet. L’opzione a tutto schermo consente di eliminare icone, menu e altre distrazioni, concentrandosi sulla composizione dei testi. La creazione di grafici e l’inserimento di illustrazioni è stata semplificata, e può essere effettuata anche tramite il touchscreen. Il nuovo Word ha anche una nuova integrazione per gestire meglio i file PDF, che possono essere aperti e inseriti nei propri documenti di testo.

Per il resto, Word 2013 ricorda il suo predecessore in buona parte delle funzionalità, compresa la grande fascia superiore per inserire le formattazioni e altri contenuti all’interno dei documenti. Il programma viene sincronizzato tramite cloud, quindi si possono avere i propri documenti su diversi computer e riprendere la scrittura dal punto dove ci si era fermati. Un nuovo sistema di gestione dei contenuti multimediali consente di inserire video da YouTube e altri servizi video direttamente nei documenti.

Excel
Il programma per creare e gestire fogli di calcolo non è cambiato molto, almeno esteticamente. La grafica richiama anche in questo caso quella di Metro, quindi è molto essenziale, con colori uniformi e molto bianco. Il programma ha comunque subito modifiche più profonde, con l’aggiunta di nuove funzionalità che – per esempio – rendono più semplice il trasferimento dei dati tra diversi fogli di calcolo. C’è anche un nuovo sistema di valutazione della correttezza dei dati inseriti nei fogli di calcolo, che segnala la presenza di errori, link non funzionanti e cose simili.

Microsoft ha aggiunto altre soluzioni automatiche per la gestione e l’impaginazione dei dati. Ci sono particolari animazioni per i grafici e le opzioni per sincronizzare i fogli di calcolo online tra diversi dispositivi.

1 2 Pagina successiva »
Mostra commenti ( )