• Italia
  • sabato 23 giugno 2012

Roberto Formigoni è indagato

Lo scrive il Corriere della sera: per corruzione e finanziamento illecito ai partiti, nell'inchiesta sulla sanità in Lombardia per cui è stato arrestato il suo amico Daccò

Luigi Ferrarella e Giuseppe Guastella scrivono oggi sul Corriere della sera che il presidente della Lombardia Roberto Formigoni è indagato nell’inchiesta in cui sono già state arrestate sette persone, tra cui gli amici di Formigoni Pierangelo Daccò e Antonio Simone, e che riguarda presunti favori e scambi di denaro intorno ai finanziamenti della sanità in Lombardia. All’agenzia di stampa ANSA, Formigoni ha detto di non sapere di indagini a suo carico e lo ha ripetuto, poco dopo le 10, su Twitter:

Illecito finanziamento elettorale di oltre mezzo milione di euro nel 2010 da una azienda sanitaria privata in vista della campagna di Roberto Formigoni per le Regionali lombarde, e corruzione per la somma dei molteplici benefit di ingente valore patrimoniale (vacanze, soggiorni, utilizzo di yacht, cene di pubbliche relazioni a margine del Meeting di Rimini, termini della vendita di una villa in Sardegna a un coinquilino di Formigoni nella comunità laicale dei Memores Domini) messi a disposizione del governatore lombardo dal mediatore Pierangelo Daccò: sono le due ipotesi di reato per le quali il presidente pdl della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, è indagato a Milano nell’inchiesta sui 70 milioni pagati negli anni a Daccò dalla Fondazione Maugeri per il suo ruolo di «facilitatore» nei rapporti tra questo importante polo privato della sanità italiana (con base a Pavia) e i meandri amministrativi del Pirellone.

È in questi meandri che si esprimeva la peculiare professionalità di Daccò nell’«aprire le porte in Regione Lombardia» e, anche «sfruttando la mia conoscenza personale con Formigoni per accreditarmi presso i miei clienti», muovere «nell’ente pubblico le leve della discrezionalità» cruciali per il riconoscimento agli ospedali delle «funzioni non coperte da tariffe predefinite», cioè del capitolo (pari al 7% del bilancio della sanità per quasi 1 miliardo l’anno) parametrato su attività d’eccellenza e di ricerca in aggiunta ai normali rimborsi delle prestazioni erogate ai pazienti.

(continua a leggere sul sito del Corriere della sera)

Chi pagò le vacanze a Formigoni?, il Corriere racconta l’inchiesta sulla Fondazione Maugeri, 16 aprile 2012
L’album degli indagati in Lombardia

foto: Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.