Il Regno Unito è di nuovo in recessione

L'economia del paese si è contratta per il secondo trimestre consecutivo, non succedeva dal 2009

Nei primi tre mesi del 2012 l’economia del Regno Unito si è ridotta dello 0,2 per cento, dopo che si era già contratta dello 0,3 per cento durante l’ultimo trimestre del 2011. Il paese è dunque ufficialmente in recessione, condizione che secondo gli economisti si verifica quando l’economia si contrae per due trimestri di fila. Il dato sui primi tre mesi del 2012 è ancora una stima: sarà rianalizzata e aggiustata, utilizzando altri indicatori, nel corso delle prossime settimane.

(Che cos’è la recessione?)

L’economia britannica continua a contrarsi a causa della crisi, che sta colpendo alcuni importanti settori economici del paese. La produzione industriale è diminuita dello 0,4 per cento nel suo complesso, mentre il settore delle costruzioni ha fatto registrare una riduzione del 3 per cento.

Il Regno Unito non era in recessione dal 2009. Il dato ha portato nuova incertezza sui mercati, ma secondo diversi analisti non dovrebbe allarmare più di tanto. Le due contrazioni consecutive dell’economia non hanno una particolare portata e potranno essere recuperate facilmente, anche se non è ancora chiaro con quali modalità e soprattutto in quanto tempo. Il timore è che la nuova fase di recessione possa ridurre l’interesse degli investitori nel paese, cosa che complicherebbe ulteriormente la crisi e l’andamento dell’economia britannica.

foto: AP Photo/Alastair Grant