• Mondo
  • venerdì 3 Febbraio 2012

Le alluvioni in Australia

Le foto e i video delle peggiori inondazioni degli ultimi 35 anni nel New South Wales: giorni di piogge torrenziali hanno isolato 10mila persone

Lo stato australiano del New South Wales è alle prese con le peggiori alluvioni degli ultimi 35 anni. Negli ultimi tre giorni è piovuto ininterrottamente e in sole 24 ore è caduta tanta pioggia quanta ne cade generalmente in un mese. La città di Moree è completamente allagata, il fiume Mehi – che la attraversa – ha raggiunto la piena e secondo gli esperti il suo livello continuerà a salire nei prossimi giorni. Almeno duemila persone hanno dovuto lasciare le loro case e rifugiarsi nei centri di evacuazione allestiti per l’occasione; un elicottero militare ha portato coperte, lenzuola, cibo e altri beni di prima necessità. Il premier del New South Wales, Barry O’Farrell, e il vice premier Andrew Stoner hanno sorvolato la città e incontrato i volontari della Protezione civile e le squadre di soccorso che sono al lavoro per soccorrere le persone rimaste isolate, che sono circa 10mila.

La pioggia si è abbattuta anche sul Queensland, dove circa 200 persone hanno dovuto abbandonare le loro case allagate. Il premier dello stato Anna Bligh ha detto che l’ospedale della città di Mitchell era stato evacuato e cinque scuole erano state chiuse per timore della piena del fiume Maranoa. Lo scorso anno 35 persone morirono a causa delle alluvioni, che danneggiarono case e infrastrutture e colpirono la produzione di carbone, facendo aumentare di molto i prezzi.

Tutti gli articoli del Post sulle alluvioni nel Queensland
Brisbane sott’acqua vista dal cielo
L’orgoglio del premier del Queensland, le parole del premier Anna Bligh dopo le alluvioni