• Mondo
  • martedì 10 Gennaio 2012

La Rena sta affondando

Le foto della poppa della nave sommersa dall'acqua, mentre la prua è ancora incagliata nel fondale

La parte posteriore della Rena sta scivolando sulla barriera corallina dov’è rimasta incagliata per tre mesi – a 23 chilometri dalla costa di Tauranga, in Nuova Zelanda – e sta affondando, rendendo ancora più complicati i tentativi di svuotare la nave cargo dal carburante e dai container a bordo ed evitare così quello che sarebbe uno dei peggiori disastri naturali della storia del Paese.

La marina neozelandese ha detto che la poppa della nave – che pesa 47.230 tonnellate – è ancora in superficie, mentre la parte più centrale della sezione – compreso il ponte – è completamente sommersa dall’acqua. La fune di un rimorchiatore è stata attaccata alla poppa per cercare di fermarne la deriva. La profondità dell’acqua, che supera i 30 metri, renderebbe difficili le operazioni di salvataggio e recupero. La sezione di prua invece è ancora incagliata nel fondale. La Rena è lunga 236 metri e si era spezzata in due domenica scorsa, rovesciando in mare carburante e container, alcuni dei quali sono arrivati in spiaggia. Le autorità marittime e le squadre di salvataggio hanno rimosso gran parte del carburante tossico e circa 400 container degli oltre 800 trasportati a bordo.

Le foto dei container della Rena arrivati in spiaggia
Il video della Rena che si spezza in due
Tutti gli articoli del Post sulla Rena