• Cultura
  • venerdì 18 novembre 2011

Le illustrazioni più belle di Emiliano Ponzi

Ha 30 anni, vive a Milano, lavora per il New York Times e Feltrinelli ed è da poco uscito un libro che raccoglie i suoi lavori

Emiliano Ponzi ha poco più di 30 anni, vive a Milano ed è uno dei migliori illustratori italiani contemporanei. Ha disegnato per il New York TimesLe Monde, l’EconomistRepubblica e copertine per Feltrinelli, Penguin e Mondadori. Ha lavorato anche per il Museo del Design della Triennale di Milano e per importanti agenzie pubblicitarie. Ha ricevuto molti premi internazionali tra cui due HOW International Design Awards e questa settimana ha ricevuto due medaglie d’oro dalla Society of Illustrators di New York: una per Voices for freedom, video animato per Amnesty International di cui ha realizzato le immagini, e l’altra per le illustrazioni dell’album I miei migliori amici immaginari di Valerio Millefoglie.

Voices for Freedom from wearecaptive on Vimeo.

Lo scorso settembre è uscito per la casa editrice Corraini 10×10, una raccolta delle migliori tavole che Ponzi ha realizzato negli ultimi dieci anni. Il libro, che prende il nome dalla grandezza del suo appartamento milanese, raccoglie più di 70 illustrazioni suddivise in quattro sezioni narrative secondo un criterio cronologico. Alcune immagini sono affiancate da frammenti di email inviate a Ponzi da lettori, editori, art director e amici. Ogni sezione è preceduta da un breve testo narrativo di Nicole Dalton mentre l’introduzione è stata scritta da Nicholas Blechman, art director della Book Review del New York Times, per cui Ponzi lavora da quasi sei anni.

Fino al 26 novembre la libreria 121+ (via Savona 17/5 a Milano) ospita una mostra dedicata a Ponzi, in cui sono esposte alcune sue tavole.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.