Adele smette di cantare, per un po’

Dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico per risolvere i problemi alle corde vocali

La casa discografica Columbia Records ha annunciato che la cantante Adele si sottoporrà nelle prossime settimane “a un intervento chirurgico per curare i suoi problemi alle corde vocali”, afflitte da un’emorragia. Secondo i dottori, la cantante dovrebbe riacquistare pienamente la sua voce dopo l’operazione, ma “dovrà riposare fino alla fine dell’anno”. Cancellati, ovviamente, tutti gli impegni in programma nei prossimi mesi (16 date fra Nordamerica e Inghilterra). Già a inizio ottobre, Adele si era vista costretta ad annullare alcuni concerti negli Stati Uniti, quando la cantante aveva scritto un accorato post sul suo blog in cui si lamentava della sua voce, elencando una serie di problemi che l’hanno tormentata per tutto il 2011: a gennaio un’influenza, a maggio un abbassamento improvviso della voce mentre era su Skype (quando gli è stata diagnosticata l’emorragia alle corde vocali), a giugno una laringite e infine un’infezione alle vie respiratorie a settembre.

Solo tre giorni fa Adele è riapparsa in pubblico dopo esser stata a letto per settimane a curare la sua voce. Il Sun l’ha fotografata davanti casa, avvolta in uno scialle tartan, con occhiali da sole e una busta di noccioline in mano. Adele ha fatto di tutto per evitare un intervento chirurgico. Il mese scorso aveva annunciato di aver smesso di fumare e bere per dare sollievo alla sua voce. Una cura che purtroppo si è rivelata inutile. Recentemente, Adele aveva anche dichiarato di subire continui problemi alla voce perché “parlo troppo”.

Il successo di Adele per ora non ne sta risentendo. Proprio questa settimana, Adele è tornata in vetta alla classifica Billboard (dopo ben 35 settimane di presenza) con il suo album di maggior successo, 21, che solo questa settimana ha venduto negli Stati Uniti 106mila copie, per un totale di 10 milioni di copie nel mondo dalla sua uscita. La settimana scorsa, invece, Adele ha vinto due Q Award (i premi musicali assegnati dalla rivista musicale Q) ma per i suoi problemi di salute non ha potuto presenziare alla cerimonia di premiazione di Londra.