• Mondo
  • lunedì 17 Ottobre 2011

L’inchiesta sulla prostituzione a Lille

Tre alberghi della città sono stati chiusi, Dominique Strauss-Kahn è stato tirato in mezzo: lui si è arrabbiato e ha chiesto di farsi ascoltare dai magistrati

L’ex direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Kahn, scagionato pochi mesi fa dalle accuse di stupro nei confronti di Nafissatou Diallo (la cameriera di New York che l’aveva accusato il 14 maggio scorso) e della giornalista francese Tristane Banon, si trova adesso tirato in mezzo a un caso su un giro di prostituzione a Lille, in Francia.

L’inchiesta giudiziaria ha già portato alla chiusura di tre grandi hotel della città in cui operavano le prostitute, il Carlton, l’Hotel des Tours e L’Alizé-Opéra. Il direttore dei tre alberghi, Francis Henrion, è stato arrestato ed è accusato insieme al suo addetto alle pubbliche relazioni di associazione a delinquere e sfruttamento aggravato della prostituzione. L’attività dei tre alberghi è stata sospesa per tre mesi e ancora non si conosce quale sarà la sorte delle centodieci persone che ci lavoravano. I dipendenti, specialmente quelli che lavoravano alla reception degli hotel, si dicono estranei ai fatti: spiegano che non sapevano nulla di quello che succedeva negli alberghi.

Dominique Strauss-Kahn ha chiesto di essere ascoltato dai magistrati per mettere a tacere «le maligne insinuazioni» che circolano su di lui. Secondo il Journal du Dimanche, infatti, due prostitute lo avrebbero citato come uno dei loro clienti. Il coinvolgimento di Strauss-Kahn nella vicenda, però, spiega sempre il Journal du Dimanche, viene considerato molto marginale, e la sua udienza non è prevista a breve.

Tutti gli articoli del Post su Dominique Strauss-Kahn

(Foto di THOMAS SAMSON/AFP/Getty Images)