• Mondo
  • martedì 11 Ottobre 2011

I video del massacro del Cairo

Le immagini dei manifestanti inseguiti dai carriarmati, dei soldati linciati, degli autobus incendiati

Non è ancora chiarissima la dinamica di quanto accaduto domenica sera nel centro del Cairo, in Egitto, quando gli scontri tra manifestanti, semplici cittadini e forze dell’ordine hanno ucciso 24 persone e ne hanno ferite oltre 200. Un nutrito gruppo di cristiani copti si era radunato davanti alla sede della tv di Stato per protestare contro il recente abbattimento di una chiesa nel sud dell’Egitto e contro le frequenti angherie che la loro comunità subisce da parte della maggioranza islamica. La protesta era guidata da alcuni vescovi ed era verbalmente piuttosto aggressiva, ma non violenta, almeno fino al momento in cui alcuni abitanti della zona avrebbero cominciato a scagliare pietre e oggetti dalla strada e dai balconi. Ne sono nati degli scontri, per sedare i quali è avvenuto l’esercito. Secondo molte testimonianze l’esercito ha usato la mano molto pesante soprattutto contro i copti, sparando e usando i carriarmati per disperdere i manifestanti (alcuni sono morti schiacciati dai mezzi pesanti). Da quel momento in poi è stato il caos, come raccontano questi tre video: soldati linciati dai manifestanti, i manifestanti inseguiti e picchiati da altre persone, i mezzi dell’esercito e gli autobus presi a pietrate e poi incendiati.

Altre immagini, raccolte e montate da Al Arabiya e dalla BBC, mostrano l’aggressività dei carriarmati tra la folla e i tentativi dei manifestanti di dare fuoco ad autobus e automobili.

Circola molto un altro video, le cui immagini sono tratte da Al Arabiya, che mostra un carroarmato muoversi tra la folla dei manifestanti. A un certo punto si vede partire un colpo dall’arma di uno dei soldati armati sopra il mezzo pesante: il video su Twitter viene rilanciato da fonti solitamente affidabili, ma non ci è stato possibile verificare che le immagini non siano state contraffatte.