• Mondo
  • martedì 27 Settembre 2011

Le foto del tifone nelle Filippine

Ha un diametro di 650 km e viaggia a 170 km/h, ha ucciso due persone ed è già arrivato a Manila

Il tifone Nesat ha colpito le Filippine negli ultimi giorni causando gravi allagamenti e danni. Due persone sono morte finora, quattro sono al momento scomparse. La capitale Manila è rimasta senza elettricità, le autorità hanno ordinato l’evacuazione di oltre centomila persone nella provincia di Albay. Il tifone dovrebbe continuare a muoversi attraverso il paese riducendo man mano d’intensità fino ad attraversare il Mar Giallo e raggiungere la Cina.

Nesat ha raggiunto le province orientali di Isabela e Aurora questa mattina. I suoi venti raggiungono anche 170 km/h e lo stanno spostando verso l’isola di Luzon, dove vive circa la metà dell’intera popolazione del paese. Molte strade sono già state completamente allagate, le autorità locali invitano le persone a restare in casa. A Manila scuole e uffici sono già stati chiusi. Le Filippine non sono nuove a questo genere di eventi climatici, ma il tifone Nesat sembra destinato a diventare il più violento del 2011. «Ha un diametro molto largo, di circa 650 km», ha spiegato alla BBC Graciano Yumu, capo del dipartimento meteo del paese. Nel 2009 il tifone Ketsana uccise più di quattrocento persone.