• TV
  • venerdì 16 Settembre 2011

«Avete fallito, prendine atto»

Alla prima puntata del nuovo programma di Corrado Formigli erano tutti contro Matteo Renzi, che però ha un po' spianato Roberto Castelli

È andata in onda giovedì sera su La7 la prima puntata del nuovo programma di Corrado Formigli, “Piazza Pulita”. La puntata è stata aperta da una serie di tentativi di interviste dell’ormai dilagante modello “Iene” (quelle in cui il giornalista pedina insistentemente il soggetto per strada con domande volte a farsi picchiare fino a che quello non cerca di picchiarlo) e ha molto usato anche un altro formato di recente successo: la recitazione delle intercettazioni telefoniche, a cui è stata dedicata la prima parte della puntata, con interventi in studio di Maurizio Belpietro, Nunzia De Girolamo, Roberto Castelli e Peter Gomez, probabilmente il più efficace e lucido.

Poi nella discussione è stato coinvolto il sindaco di Firenze Matteo Renzi che ha avuto un paio di vivaci confronti con Peter Gomez e soprattutto con il senatore Castelli, interrotti dalle interviste realizzate dal programma con Flavio Carboni.