• Italia
  • lunedì 15 Agosto 2011

Che cos’è il Ferragosto

E altre informazioni utili sulla festa dell'Assunzione di Maria e Ottaviano Augusto

Oggi orde di italiani stanno invadendo spiagge, sentieri alpini, parchi cittadini e compagnia bella per festeggiare il Ferragosto, festa di cui si è parlato molto in questi giorni in seguito alla proposta del governo di rivedere i calendari delle festività nel nostro paese. Il 15 di agosto è una festa frutto dei concordati con il Vaticano e per questo motivo non sarà toccata dai nuovi provvedimenti, che mirano a ridurre i giorni di festa o ad accorparli nel calendario per evitare i ponti.

L’accordo con il Vaticano c’entra con il Ferragosto perché in questa data i cattolici festeggiano l’Assunzione di Maria in Cielo. Secondo la tradizione, dopo aver terminato la propria vita terrena, Maria fu trasferita in Paradiso sia con l’anima che con il corpo, a differenza degli altri mortali. La donna fu quindi assunta materialmente in cielo, una sorta di anticipazione della risurrezione delle carni, ovvero quando alla fine dei tempi tutti i corpi dei defunti si ricongiungeranno alle loro anime dopo il Giudizio universale secondo molte confessioni cristiane.

Ortodossi e armeni il 15 di agosto celebrano solamente la Dormizione di Maria, la sua morte, cosa che non è necessariamente implicata nell’Assunzione. I protestanti, invece, non credono all’Assunzione di Maria e non fanno festa perché questo episodio non è narrato nel Vangelo. Il dogma cattolico venne proclamato nel novembre del 1950 da papa Pio XII.

La parola Ferragosto deriva dalle feriae Augusti, il riposo di Augusto, una festività decisa dall’imperatore romano Ottaviano Augusto nel 18 avanti Cristo. La festa si rifaceva in parte ai Consualia, le antiche feste delle religione romana dedicate a Conso, il dio dei granai e della fertilità, celebrate durante il periodo del raccolto e la fine dei lavori agricoli. Ferragosto aveva quindi lo scopo di mettere insieme un certo numero di giorni di riposo per consentire a chi aveva lavorato nei campi di recuperare le energie.

I giorni di riposo erano accompagnati da feste e celebrazioni. Gli animali utilizzati per i lavori nei campi venivano agghindati con fiori e altre decorazioni e spesso coinvolti in gare di velocità. Qualcosa che succede ancora oggi se si pensa al tradizionale Palio dell’Assunta di Siena, che si celebra il 16 di agosto.