Alfonso Papa, chissà a cosa pensa. (Mauro Scrobogna / LaPresse)

La Camera vota l’arresto di Papa

La Lega si schiera con l'opposizione sul deputato del PdL, il Senato invece respinge la richiesta di arresto di Alberto Tedesco

Alfonso Papa, chissà a cosa pensa. (Mauro Scrobogna / LaPresse)

19.07 Ricapitoliamo, quindi. La Camera ha votato favorevolmente alla richiesta di arresto del deputato del PdL Alfonso Papa. Decisiva la Lega, che ha votato con l’opposizione: hanno votato contro PdL e Responsabili. Al Senato, invece, la richiesta di arresto nei confronti di Alberto Tedesco, eletto col PD e poi passato al Gruppo Misto, è stata respinta. Anche al Senato la Lega aveva detto di voler votare favorevolmente. Sia alla Camera che al Senato i parlamentari si sono espressi con voto segreto. Il liveblogging del Post si chiude qui, più tardi le foto, di seguito la cronaca delle sessioni in entrambi i rami del Parlamento.

18.56 La Lega aveva annunciato il voto favorevole alla richiesta di arresto per Alberto Tedesco. Se i senatori hanno votato di conseguenza, vuol dire che per via al Senato delle assenze PdL e Responsabili hanno la maggioranza anche senza la Lega. Ma ovviamente il voto segreto impedisce di fare conti e calcoli con qualche certezza.

18.51 Il Senato respinge la richiesta di arresto nei confronti di Alberto Tedesco. Votanti 289, favorevoli 126, contrari 151.

18.50 Si vota anche in Senato, sull’arresto di Alberto Tedesco.

18.47 Pera si dice sbalordito dal fatto che Tedesco si dice innocente ma vuole farsi processare e anche arrestare, se il gip lo ritiene opportuno.

18.46 Berlusconi si dice “attonito” per la decisione della Camera su Papa.

18.44 Sarubbi: “a seduta sospesa (ed Aula piena), un deputato Udc si stava per menare con un leghista”.

18.42 Fini sospende la seduta. Il liveblogging del Post si sposta al Senato, dove ora sta parlando Pera.

18.38 La Camera accoglie la richiesta di arresto del deputato Alfonso Papa. Presenti 612, favorevoli 319, contrari 293.

18.36 Sarubbi sui deputati PD. “noi votiamo con l’indice della mano sx, perché si veda bene quale tasto premiamo, e abbiamo un cartellino verde in mano”. Si vota.

18.34 Tra poco si vota su Papa. C’è una certa tensione in aula. Ripetiamo: se tutti i parlamentari voteranno come dichiarato dai gruppi, la Camera accorderà l’arresto. Ma molti nell’opposizione temono che dietro il voto segreto ci sia l’intenzione di salvare Papa, e per questo PD e IdV hanno detto che faranno in modo da rendere riconoscibile il loro voto favorevole.

18.30 Cicchitto interviene e sbraitando conferma la richiesta di voto segreto.

18.29 Franceschini dice che i deputati del PD voteranno Sì in modo riconoscibile con un “accorgimento tecnico”. Tutti temono evidentemente che i deputati della Lega votino contro l’arresto, nonostante le indicazioni del gruppo.

18.27 Casini chiede che si rinunci al voto segreto.

18.25 Intanto in Senato sta parlando Anna Finocchiaro.

18.24 Interviene Di Pietro e chiede che subito dopo il voto Fini si attivi per modificare il regolamento, perché la persona oggetto della richiesta di arresto non voti su se stesso.

18.22 Papa dice di essere “pronto ad accettare qualsiasi decisione” e di “affidarsi al Parlamento”

18.18 Intanto Berlusconi sta parlando, fuori dall’aula, dicendosi “ottimista” per il voto su Papa. Evidentemente pensa che i deputati della Lega, protetti dal voto segreto, decidano di votare contro le indicazioni ufficiali del gruppo.

18.16 Papa dice che stanotte ha dovuto spiegare ai suoi figli, “di dodici e dieci anni”, che “questo fine settimana papà potrebbe non tornare a casa”.

18.14 “Io sono innocente ed estraneo nel merito a tutte le accuse che mi vengono rivolte”, dice Papa.

1 2 3 Pagina successiva »