• Mondo
  • venerdì 1 Luglio 2011

Il fratello di Kim Jong Il è agli arresti?

Kim Pyong Il, fratello del "caro leader", sarebbe stato arrestato perché considerato un ostacolo per la successione del figlio Kim Jong Un

Il fratello del leader nordcoreano Kim Jong Il sarebbe stato arrestato perché accusato di voler ostacolare la successione al potere del figlio del “caro leader”, Kim Jong Un. La notizia è stata data oggi da un giornale sudcoreano. Il fratello del leader nordcoreano si chiama Kim Pyong Il ed è l’attuale ambasciatore della Corea del Nord in Polonia. Secondo quanto riportato dai giornali sudcoreani, sarebbe stato posto agli arresti domiciliari dallo scorso maggio, appena rientrato a Pyongyang per fare visita alla madre malata.

Il giornale sudcoreano che ha dato la notizia dice di avere parlato con una fonte molto vicina al governo di Pyongyang. «Chiunque sia sospettato di essere un ostacolo per la successione di Kim Jong Un, perfino i membri della famiglia, viene eliminato», avrebbe detto la fonte. Il figlio di Kim Jong Il sarebbe preoccupato dalla forte somiglianza dello zio con Kim Il Sung, fondatore del regime nordcoreano, e per questo vorrebbe tenerlo sotto controllo. Da quando Kim Jong Il è salito al potere, suo fratello Kim Pyong Il ha vissuto quasi sempre all’estero: prima come ambasciatore in Ungheria, poi in Bulgaria, Finlandia e infine Polonia.

La vita a Pyongyang