• Mondo
  • venerdì 24 Giugno 2011

Il bacio di Vancouver era vero

Un nuovo video mostra cosa è successo prima della famosa foto durante gli scontri

Un nuovo video pubblicato su Youtube sembra mettere fine una volta per tutte alle speculazioni sulla “kissing couple” di Vancouver, mostrando chiaramente che si è trattato di un vero bacio. Il video mostra Scott Jones mentre conforta la sua fidanzata, Alex Thomas, caduta a terra dopo essere stata colpita dagli agenti intervenuti per placare gli scontri dopo una partita di hockey.


La foto del bacio in mezzo alla sommossa scattata dal fotografo Richard Lam era diventata un fenomeno in rete subito dopo la sua pubblicazione e aveva inizialmente fatto pensare che si potesse trattare di una messa in scena. Il video mostra la folla che scappa dalla polizia durante gli scontri che avevano seguito la sconfitta della squadra di Vancouver nelle finali della Stanley Cup di hockey su ghiaccio. I due ragazzi rimangono incastrati in mezzo a due cordoni e si scontrano con alcuni agenti che li colpiscono facendoli cadere a terra. La coppia sembra tentare di proteggersi alzando le mani, poi la telecamera cambia inquadratura e torna su di loro solo quando il ragazzo sta confortando la fidanzata.

Jones e Thomas sono stati inondati da richieste di raccontare gli eventi che hanno circondato l’ormai famoso bacio in mezzo alla sommossa, ma si sono sempre rifiutati finora dicendo che non volevano essere sottoposti a stress ulteriori. Sembra però che si siano affidati a un’agenzia per sfruttare questo momento di celebrità. Jones è infatti un aspirante attore: «Per Scott è un’opportunità incredibile», hanno fatto sapere dall’agenzia australiana Markson Sparks «le persone conoscono più quella foto che la Stanley Cup». Secondo le loro stime, la fama raggiunta dai due ragazzi negli ultimi giorni potrebbe arrivare a valere 10 milioni di dollari.