• Sport
  • martedì 7 Giugno 2011

Le tre partite sospette

I video delle partite di Serie A che sono saltate fuori nell'inchiesta sulle scommesse e gli incontri truccati

Aggiornamento. Stanno circolando voci sul presunto coinvolgimento di Milan – Bari, giocata il 13 marzo 2011. “La partita non è compresa tra quelle indagate e non è compare quindi nelle ordinanze”, scrive Repubblica refusi compresi, “ma in una delle registrazione Bellavista si giustificherebbe con alcuni scommettitori sul motivo per cui il match tra i pugliesi e i rossoneri non sarebbe finita con un over. I giocatori del Bari avrebbero infatti ‘avuto paura di essere scoperti dalla società’ e si sarebbero quindi tirati indietro dalla combine. Gli investigatori ritengono queste dichiarazioni delle millanterie, ma durante le interrogazioni chiederanno merito di queste interrogazioni a Bellavista”.

***

Se ne parla da giorni, come dicevamo ieri, e ogni giorno se ne sa un pezzetto in più. Parliamo del coinvolgimento della Serie A nel nuovo scandalo di scommesse e partite truccate nel calcio. Secondo i giornali di oggi Marco Pirani, dentista, arrestato perché sospettato di far parte del gruppo che tentava di manipolare i risultati delle partite, avrebbe elencato tre partite agli inquirenti. Su queste tre partite, dice Pirani, “nell’ambiente degli scommettitori erano insistenti le voci” per cui sarebbero finite con un over, cioè con tre o più gol. Detto che persino un gol sbagliato da un metro non è prova di combine, né tantomeno le “voci insistenti”, vediamo di che partite si parla.

Fiorentina – Roma 2-2, 20 marzo 2011
Fu la partita dei gol numero 200 e 201 di Totti in Serie A e fu anche la partita il cui risultato finì per penalizzare sia la Fiorentina che la Roma: la prima disse addio alla qualificazione in Europa League, la seconda si allontanò ulteriormente da quella in Champions League. Passa in vantaggio la Fiorentina con Mutu, pareggia Totti su rigore (netto). Nel secondo tempo la Fiorentina torna in vantaggio con Gamberini e colpisce ben due pali, poi la Roma pareggia con un altro gran gol di Totti. Risultato comunque non sorprendente: la Roma quest’anno ha preso e segnato un sacco di gol per tutta la stagione, andando in over per 20 partite di campionato su 38.

Lecce – Cagliari 3-3, 17 aprile 2011
Questo è già un risultato più anomalo, per quanto nel novero delle cose possibili: per il Cagliari la partita non contava nulla (e da anni il Cagliari crolla nel girone di ritorno) mentre per il Lecce fare punti era fondamentale per rimanere in Serie A. I sardi però vanno in vantaggio con Acquafresca e attaccano per tutto il primo tempo. Nella ripresa il Lecce pareggia subito con Di Michele. Un quarto d’ora dopo il Cagliari torna in vantaggio, fatto l’over. Ma la partita continua, Acquafresca raddoppia e il Cagliari va in vantaggio tre a uno. Mancano tre minuti alla fine della partita. Al 42′ segna Fabiano, per il Lecce. Al 48′ il Cagliari può chiudere la partita ma Ragatzu sbaglia il gol della vittoria a porta vuota. Pochi secondi dopo il Lecce pareggia con un gol di Corvia. In tutto il campionato il Lecce ha segnato in media 1,2 gol a partita.

Genoa – Lecce 4-2, 23 aprile 2011
Come prima: al Genoa la partita non serve a niente, per il Lecce è fondamentale. I pugliesi vanno in vantaggio dopo tre minuti con Di Michele, pareggia Floro Flores, raddoppia Di Michele prima della fine del primo tempo (over), pareggia di nuovo Palacio. Nella ripresa il Genoa segna due gol, Palacio e Floro Flores, e chiude la partita.

foto: Valerio Pennicino/Getty Images