• Mondo
  • mercoledì 4 Maggio 2011

Niente foto di bin Laden, dice Obama

"Noi non mandiamo le foto del cadavere in giro come un trofeo", ha detto Obama in un'intervista che andrà in onda domenica. Intanto Reuters mostra le foto di tre morti nell'attacco

21,45: Reuters mostra alcune fotografie che dice essere di uomini uccisi durante l’azione contro la casa di bin Laden. Sono state scattate un’ora dopo l’attacco e i tre uomini sono a terra con molto sangue addosso. Nessuno dei tre sembra bin Laden. Altre foto ottenute da Reuters mostrano la zona intorno all’edificio e il relitto dell’elicottero americano distrutto nell’azione. Secondo Reuters le foto sono autentiche e affidabili come relative all’attacco di lunedì notte.

*****

La conferenza stampa sta proseguendo ma Jay Carney ha detto più volte che non ha altre informazioni da dare. Le foto non saranno diffuse: Obama spiegherà estesamente la sua decisione nell’intervista che andrà in onda domenica ma Carney ha letto alcuni passaggi dell’intervista. La foto non sarà diffusa per tre ragioni: perché creerebbe rischi alla sicurezza nazionale, perché “non è un trofeo, e noi non siamo così” e perché ci sarebbe comunque chi dubiterebbe della morte di Bin Laden. Che però, dice Obama, è avvenuta con assoluta certezza: “Abbiamo riconoscimento facciale, abbiamo le analisi del DNA, sappiamo che le persone che erano con lui lo hanno identificato come Osama bin Laden: non ci sono dubbi sul fatto che Bin Laden sia stato ucciso. Di certo non ce li hanno i membri di Al Qaida. Ci sarà sempre qualche gruppetto che negherà che è morto. Ma una cosa è certa: nessuno vedrà mai più Bin Laden camminare su questa terra”. Di seguito gli aggiornamenti della giornata, minuto per minuto.

***

20,42: Obama non parlerà, durante la cerimonia commemorativa a Ground Zero.

20,35: Carney ribadisce perché le foto non servono, secondo la Casa Bianca. “Abbiamo riconoscimento facciale, abbiamo le analisi del DNA, sappiamo che le persone che erano con lui lo hanno identificato come Osama bin Laden: non c’è alcun dubbio sul fatto che sia morto”

20,32: Un giornalista chiede a Carney se la morte e la sepoltura di Bin Laden possono compromettere gli sforzi di Obama di avere buoni rapporti con l’Islam. “La cura che abbiamo avuto nel dare a Bin Laden un’appropriata sepoltura si deve a questo: noi abbiamo avuto per lui molto più rispetto di quanto lui abbia avuto per le vittime dell’11 settembre, e questo è perché noi siamo così. Bin Laden, comunque, non era un leader religioso ma uno sterminatore”.

20,29: Jay Carney dice che non saranno dati nuovi dettagli sull’operazione, perché è stato detto tutto quello che c’era da dire a parte “i metodi, le tecniche operative delle forze speciali”, che non possono essere diffuse.

20,25: Sempre le parole di Obama. “Non ci sono dubbi sul fatto che Bin Laden sia stato ucciso. Di certo non ce li hanno i membri di Al Qaida. Ci sarà sempre qualche gruppetto che negherà che è morto. Ma una cosa è certa: nessuno vedrà mai più Bin Laden camminare su questa terra”.

20,24: Il presidente ha visto le foto di Bin Laden. Il portavoce sta leggendo le sue parole. “Ne abbiamo discusso. Siamo assolutamente certi che fosse lui, abbiamo analisi del volto e del DNA. Ma non c’è motivo di far girare le foto di un uomo a cui hanno sparato in testa. Possono incitare ad altra violenza, creando rischi per la sicurezza nazionale. E comunque noi non mandiamo le foto del cadavere in giro come un trofeo. Noi non siamo così”.

20,23: “il presidente ha deciso di non diffondere le foto della morte di Bin Laden”

20,22: comincia la conferenza stampa alla Casa Bianca.

20,13: dobbiamo rettificare quanto nell’aggiornamento delle 19,40: quel virgolettato non era di Obama bensì di Mike Rogers, presidente della commissione per l’intelligence della Camera.

20,08: Sembra che la conferenza stampa stia per iniziare: si può guardare in diretta qui o qui.

19,40: Così il presidente della commissione per l’intelligence della Camera, Mike Rogers, si è detto contrario alla pubblicazione delle foto.

“I rischi superano di molto i benefici. I complottisti in giro per il mondo direbbero comunque che le foto sono contraffatte, mentre dall’altra parte c’è il concreto rischio che la pubblicazione delle foto infiammi l’opinione pubblica in Medio Oriente. Immaginate come reagirebbero gli americani se Al Qaida uccidesse un nostro soldato o un nostro generale e pubblicasse le foto del cadavere su Internet. Osama bin Laden non è un trofeo: è morto, e ora dobbiamo concentrarci su continuare la battaglia finché Al Qaida non sarà eliminata”

19,37: dovrebbe tenersi una conferenza stampa alla Casa Bianca, nel giro di pochi minuti.

19,27: Obama ha confermato l’intenzione di non diffondere le foto in un’intervista al programma “Sixty Minutes”

19,21: Una fonte non identificata della Casa Bianca avrebbe detto a NBC News che il presidente Obama avrebbe deciso di non diffondere le foto del corpo di Osama bin Laden.

19.02 Tre poliziotti pakistani di guardia di fronte a uno degli ingressi della casa di bin Laden a Abbottabad.

 

18.49 Anche Reuters ora scrive che la senatrice Kelly Ayotte del New Hampshire ha detto di avere visto una delle foto di Bin Laden morto e commentato che l’immagine conferma la sua identità.

18.44 Fox News dice di avere parlato con un funzionario della Casa Bianca che ha visto la foto di Osama bin Laden morto e che l’ha descritta come un’immagine «raccapricciante» che mostra il lato della testa in cui Bin Laden è stato colpito mostrando alcuni frammenti del cranio e «altra materia».

18.38 Wonkette riflette sul fatto che Osama bin Laden avesse addosso degli euro e non dei dollari. «Vi ricordate tutti quegli anni in cui il dollaro era la moneta numero uno al mondo?». Il Guardian lo spiega così:

Quella da 500 euro al momento è la banconota di più grosso taglio in circolazione. Gli Stati Uniti hanno al massimo banconote da 100 dollari in circolazione. La banconota da 500 euro è anche conosciuta come «l’amica dei trafficanti di droga».

18.24 La guida di ProPublica alla copertura mediatica di questi giorni su Osama bin Laden.

18.17 Cnn scrive che tutte le informazioni raccolte nell’edificio in cui è stato trovato Osama bin Laden, comprese quelle degli hard disk, sono già state condivise con il Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti.

18.03 L’uomo che ha twittato la morte di Osama bin Laden senza saperloSohaib Athar, ha pubblicato sul suo sito una serie di FAQ per evitare di dover rispondere di persona alle centinaia di telefonate e email che continua a ricevere dai giornalisti di tutto il mondo.

17.25 Il corrispondente dalla Casa Bianca di NBC News, Chuck Todd, scrive su Twitter che i membri del Congresso sono sempre più scettici sulla possibilità di diffondere le immagini della morte di Bin Laden e che in particolare John McCain sarebbe molto contrario.

1 2 3 4 Pagina successiva »