• Sport
  • lunedì 11 Aprile 2011

Le partite di ieri in Europa

È inutile fare calcoli: se il Milan continua così c'è poco da rimontare

Cominciamo con la solita parentesi di Lega Pro. Il Foggia di Zeman batte tre a uno il Pisa in casa e si mantiene a ridosso della zona che garantisce l’accesso ai playoff, quando mancano cinque partite alla fine della stagione: serve un finale di campionato di quelli alla Zeman per non mancare l’obiettivo. Insigne ha segnato altri due gol: è di proprietà del Napoli, sembra fatto apposta per giocare nel tridente di Mazzarri e probabilmente l’anno prossimo lo vedremo in Serie A. Veniamo al resto.

Inghilterra
Giornata interlocutoria, nel senso che la grandi vincono tutte: l’Arsenal in trasferta a Blackpool (col ritorno tra i pali addirittura di Jens Lehmann!), il Chelsea faticosamente contro il Wigan, il Manchester United contro il Fulham (con due gol frutto di due belle azioni di Nani, che migliora partita dopo partita). Classifica invariata, quindi, ma stasera c’è il partitone: Liverpool contro Manchester City.

Spagna
Tutta questa stagione è stata una lunga e a tratti noiosa attesa del Clásico: del primo, che probabilmente ha deciso la Liga, e ora del secondo, che arriverà domenica prossima. Il resto è prevedibile: il Barcellona fa tre gol all’Almeria, il Real Madrid fa tre gol al Bilbao, avanti il prossimo. La vera notizia riguarda sempre il terzo posto, sul quale il Valencia ha messo una grossa ipoteca rifilando cinque gol al suo diretto avversario, il Villarreal, con una prestazione spallettiana: corsa, rapidità, gioco di prima, schemi, organizzazione. Una bella squadra.

Francia
Poteva essere l’ennesima giornata che riapre tutto, perché la timidissima fuga del Lille si ferma niente meno che sul campo del disastrato Monaco. Solo che il Marsiglia non ne approfitta, fermato sul due a due dal Tolosa, quindi le cose rimangono più o meno come prima: Lille 58, Marsiglia 55, Lione 53.

1 2 Pagina successiva »