La volta delle monetine a Craxi

La storia del precedente più citato dai giornali di oggi, quello del 30 aprile 1993

Il più noto “lancio di monetine” nella storia della Repubblica – oggi rievocato da tutti i giornali, dopo quanto successo ieri – è quello del 30 aprile del 1993. Eravamo in piena Tangentopoli. Il giorno prima la Camera aveva respinto quattro autorizzazioni a procedere nei confronti di Bettino Craxi, che si era da poco dimesso da segretario del PSI e aveva fatto il famoso discorso alla Camera in cui accusava gli altri partiti di condividere alla pari del suo le responsabilità sui finanziamenti illeciti. Seguirono il giorno dopo grandi manifestazioni di piazza, organizzate soprattutto dai partiti di opposizione, e un pezzo di quei manifestanti stazionò davanti all’hotel Raphael, a Roma, a due passi da piazza Navona, dove Craxi abitualmente lavorava. Aspettarono la sua uscita, che Craxi decise di effettuare comunque dal portone principale dell’albergo, e i manifestanti tirarono di tutto sulla sua auto. Soprattutto monetine.

foto: AP Photo/Massimo Sambucetti

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.