• Mondo
  • mercoledì 23 Marzo 2011

«Le forze aeree di Gheddafi sono state annientate»

Il comandante dell'aviazione britannica ha detto che le forze aeree di Gheddafi non esistono più

Alcune navi da guerra della NATO hanno già iniziato da questa mattina a pattugliare la costa della Libia

Il comandante dell’aviazione britannica in Libia, Greg Bagwell, ha detto che le forze aeree di Muammar Gheddafi sono state del tutto annientate: «L’aviazione di Gheddafi non esiste più. Le forze alleate ora possono operare sui cieli della Libia in quasi totale sicurezza».

Il comandante ha poi ribadito che il compito della missione militare è proteggere i civili dagli attacchi dell’esercito del governo: «Controlliamo costantemente le forze di terra di Gheddafi e le attacchiamo quando stanno per mettere in pericolo civili e centri abitati». Alcuni testimoni hanno raccontato che le forze alleate hanno lanciato nuove bombe su Misurata questa mattina. I militari di Gheddafi si sono in parte ritirati ma gli abitanti dicono che molti cecchini sono ancora in città e sparano sulle persone. Due persone sarebbero morte negli attacchi di oggi.

Nel frattempo – dopo giorni di incertezze e rinvii – Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti hanno trovato un accordo sul comando della coalizione. La NATO prenderà il controllo delle operazioni in Libia appoggiandosi alla sua base militare europea. Il piano sarà sottoposto oggi al Consiglio del Nord Atlantico, l’organismo con l’effettivo potere politico all’interno della NATO, e dovrà essere formalmente approvato da tutti e ventotto i membri. Alcune navi da guerra della NATO hanno già iniziato da questa mattina a pattugliare la costa della Libia per rafforzare l’embargo stabilito dalle Nazioni Unite per impedire l’arrivo di armi. Al momento sono state impiegate due flottiglie composte da nove navi ciascuna.