• Mondo
  • lunedì 24 Gennaio 2011

L’attentato all’aeroporto di Mosca

L'esplosione si sarebbe verificata nella zona degli arrivi: almeno 35 morti e 130 feriti

Oggi alle 14.32 ora italiana un’enorme esplosione all’aeroporto Domodedovo di Mosca ha ucciso almeno 35 persone, ferendone oltre cento. Un kamikaze con addosso fra i cinque e i sette chili di tritolo si è fatto esplodere nell’area arrivi dello scalo più grande di tutta la Russia. Nella zona, accessibile al pubblico, non c’è metal detector. Il che lascia pensare che la bomba non sia arrivata a Mosca con un aereo ma sia stata introdotta dall’esterno. L’attacco è stato compiuto in un momento di grande affollamento, mentre erano in arrivo 30 voli di cui 15 internazionali.

La Procura di Mosca ha aperto un’inchiesta per terrorismo, la polizia ha trovato resti di un corpo che potrebbero appartenere al presunto terrorista. Ci sono anche tre uomini ricercati, che sarebbero stati ripresi dalle telecamere mentre entravano nel settore arrivi poco prima dell’esplosione. Il presidente Dmitri Medvedev, parlando durante una riunione di emergenza al Cremlino, ha confermato che si è trattato di un attenatato terroristico: «Prenderemo misure di sicurezza speciali in tutti gli aeroporti e su tutti i mezzi di trasporto pubblici. Tutti i responsabili saranno puniti».

***

17.36 I morti sono saliti a 35.

16.24 Parla Medvedev: «Dobbiamo fare tutto quello che possiamo per aiutare i feriti. Massima allerta in tutta la città, misure di sicurezza speciali in tutti gli aeroporti e su tutti i mezzi di trasporto pubblici. Ho ordinato al sindaco di Mosca e al governatore di Mosca di venire qui, si sono già diretti verso l’aeroporto, per fare tutto quello che possiamo per sviluppare al meglio le indagini. Tutti i responsabili saranno puniti».

16.20 La testimonianza di un passeggero sopravvissuto, intervistato dalla radio russa Russkaya Sluzhba Novostei: «C’è stata un’esplosione, un botto. Poi ho visto un poliziotto completamente insanguinato e coperto di frammenti di carne. Urlava, Sono vivo! Sono vivo!».

16.17 Il presidente russo Dmitri Medvedev sta per incontrare i capi della polizia.

16.00 Secondo le ultimi notizie diffuse dalla polizia ci potrebbero essere stati due attentatori suicidi. Alcuni testimoni hanno parlato di due diverse esplosioni.

15.59 L’aeroporto Domodedovo si trova 40 km a sud-est del centro di Mosca.

15.52 Secondo Russia Today i morti ora sarebbero 31.

15.49 Venti dei feriti sarebbero in condizioni molti gravi.

15.44 Il capo della polizia dice che si è trattato di «un attentato terrorista».

15.41 Gli ultimi aggiornamenti parlano di 23 morti e 130 feriti.

15.40 Le forze di sicurezza stanno effettuando controlli anche negli altri aeroporti della città.

15.37 Le autorità stanno evacuando l’aeroporto.

15.34 L’agenzia di stampa russa Interfax parla di attentato suicida.

***

Una forte esplosione all’aeroporto principale di Mosca, il Domodedovo, ha causato la morte di almeno venti persone. Dalle prime informazioni diffuse dall’agenzia russa Interfax, l’eplosione si sarebbe verificata nella zona degli arrivi. I feriti sarebbero oltre venti.