• Mondo
  • lunedì 27 Settembre 2010

Chávez vince, ma l’opposizione ora c’è

Chavez mantiene la maggioranza in Parlamento, ma l'opposizione ora ha oltre un terzo dei seggi

Secondo i primi risultati la coalizione guidata dal Presidente ha ottenuto almeno 90 seggi, l'opposizione 59

Il presidente venezuelano Hugo Chávez mantiene il controllo della maggioranza parlamentare, ma l’opposizione ora avrà almeno un terzo dei seggi. Secondo i primi risultati delle elezioni parlamentari in Venezuela, la coalizione guidata dal presidente Chávez – Partido Socialista Unido de Venezuela, Partido Comunista e Unión Popular Venezolana – ha vinto le elezioni ottenendo per il momento 90 dei 165 seggi parlamentari disponibili. I suoi avversari – che si erano coalizzati in un’alleanza trasversale composta da una trentina di organizzazioni partitiche e associazioni per i diritti civili, la Mesa de la Unidad Democrática (MUD) – hanno conquistato 59 seggi, altri 11 restano ancora da assegnare.

Alle ultime elezioni parlamentari del 2005, l’opposizione non si era presentata nel tentativo estremo di delegittimare i risultati, lamentando la presenza di irregolarità e pressioni indebite da parte del governo. La strategia non funzionò e consegnò di fatto a Chávez il controllo totale sul potere legislativo, lasciandogli campo libero per l’approvazione di una serie di provvedimenti che sigillarono definitivamente il suo modello politico di comandante-presidente. Ora l’opposizione potrà esercitare un controllo maggiore sulla attività legislativa di Chavez, che nel 2009 aveva fatto approvare tramite referendum popolare una riforma costituzionale che permette la rielezione infinita alla presidenza della Repubblica.