Ombre


Kumi Yamashita crea installazioni che giocano sul rapporto tra i corpi e le ombre che essi proiettano quando sono investiti da una fonte di luce. Le silhouette di teste e corpi che si delineano sulla parete risultano dalla fusione delle ombre prodotte da blocchetti di legno (in forma di lettere, numeri o altri solidi geometrici) illuminati da una sorgente luminosa laterale.
Simile il procedimento utilizzato da Tim Noble e Sue Webster, che creano sculture d’ombra da oggetti metallici e materiali di recupero apparentemente accumulati senza ordine.