David Byrne denuncia il governatore della Florida

Charlie Crist ha usato "Road to nowhere" dei Talking Heads per uno spot elettorale

Il musicista gli ha chiesto un milione di euro per averla sfruttata senza permesso

Il musicista David Byrne ha denunciato il governatore della Florida, Charlie Crist, chiedendogli un milione di dollari per aver usato una sua canzone in uno spot elettorale. Il pezzo è Road to nowhere, scritto nell’85 da Byrne quando era ancora frontman dei Talking Heads, ed è stato usato qualche mese fa da Crist in una pubblicità contro Marco Rubio, suo allora rivale nella corsa alle primarie repubblicane per il senato. Crist è poi uscito dal partito repubblicano per correre come indipendente.

Byrne ha detto a Billboard — storica rivista musicale americana — di essere stato avvertito dello spot da un amico, e di esserne rimasto molto infastidito. Il cantante ha poi chiamato la Warner, la sua casa discografica, che a sua volta ha contattato lo staff di Crist che ha poi rimosso il video. Ma, a quanto pare, a Byrne non è bastato: lo spot era già andato in onda, era già stato su YouTube,  e qualcuno aveva già probabilmente associato i Talking Heads e David Byrne al governatore Crist, credendo che il cantante avesse dato il permesso all’utilizzo.

L’avvocato di Byrne è lo stesso che il cantautore Jackson Browne ha assunto nel suo processo contro John McCain, il rivale di Obama alle scorse presidenziali, anch’egli accusato di aver sfruttato una canzone in uno spot elettorale senza averne i permessi.

https://www.youtube.com/watch?v=DGnyTOyESbU