• Mondo
  • martedì 11 Maggio 2010

David Cameron, 43 anni

David Cameron entra al numero 10 di Downing Street: è il nuovo primo ministro britannico

Clegg dovrebbe essere il vice premier: alla fine ha vinto, allora?

David Cameron è il nuovo primo ministro britannico, il più giovane dal 1812. Nel suo primo discorso davanti il numero 10 di Downing Street il leader dei conservatori ha annunciato che formerà un governo insieme al partito liberaldemocratico, “mettendo da parte l’interesse dei singoli partiti a vantaggio dell’interesse nazionale”. Cameron ha detto di voler ristabilire la fiducia nella politica, ammonendo che i veri cambiamenti saranno possibili solo accentuando il valore della responsabilità (c’è un’assonanza con quanto detto da Obama nel suo discorso di insediamento, a proposito della necessità di aprire “una nuova era di responsabilità”).

Cameron ha chiuso il suo discorso dicendo che i giorni migliori della Gran Bretagna devono ancora arrivare: il suo governo dovrà prendere decisioni complicate, ma proteggerà i deboli e sarà costruito sul valore dell’equità. Poi si è diretto verso la porta della sua nuova casa, si è voltato un attimo per salutare sostenitori e fotografi, ha abbracciato sua moglie ed è entrato al numero 10 di Downing Street.

Poche ore prima Brown aveva dato le dimissioni da primo ministro, mettendo in moto i meccanismi del protocollo: visita di Brown alla regina per confermare le dimissioni, foto di rito, arrivo di David Cameron dalla regina per ricevere il nuovo incarico, altra foto di rito. Tra stasera e domattina saranno noti i termini dell’accordo con i liberaldemocratici, che stando alle indiscrezioni dovrebbero avere sei ministeri del nuovo governo e un posto da vicepremier per Nick Clegg. Forse, nonostante il risultato elettorale, ha vinto davvero.