Imbuti

No, non parliamo di via Oderisi da Gubbio, o di via Cola di Rienzo, le doppie file perenni, ma di quelle situazioni in basta una sola macchina per bloccare il traffico per centinaia e centinaia di metri. Tipicamente, come si riconoscono? Prima è tutto bloccato (e non è un indizio chiave), ma appena superati sembra di stare a Le Mans. Iniziamo una mappa con tre di questi punti. Ben vengano, al solito, i contributi di tutti, ricordando che l’imbuto è tale quando basta una e una sola auto a crearlo.

Lungotevere dei Tebaldi – divieto di sosta e di fermata di fronte a un palazzo sporgente, poco dopo ponte Sisto. Basta quello spicchio in più di cofano per rallentare il traffico fino a ponte Garibaldi. Poi, chiaramente, anche il lungotevere ci mette del suo.

Lungotevere in Augusta – divieto di sosta e di fermata alla fine del marciapiede dell’Ara Pacis. I vigili sono praticamente sempre al semaforo che sta 100 metri prima, quindi fuori giurisdizione.

Via Anastasio II – divieto di sosta e di fermata, e doppia fila di fronte al bar che manda in tilt tutta l’Olimpica fino a Valle Aurelia.