«Io so’ de Torre Maura e non so’ d’accordo»

«Io so' de Torre Maura e non so' d'accordo»

Nelle ultime ore stanno circolando moltissimo alcuni video che mostrano un ragazzo di 15 anni mentre affronta con calma e pacatezza alcuni esponenti di CasaPound il giorno dopo le violente proteste per l’arrivo di 70 persone di etnia rom nel centro di accoglienza di Torre Maura, alla periferia di Roma. All’inizio del video si vede un esponente del gruppo neofascista arringare un piccolo gruppo di persone spiegando che nel quartiere “sono tutti d’accordo” nel non volere il centro di accoglienza. A quel punto si sente il ragazzo dire: «Io so’ de Torre Maura e non so’ d’accordo».

I video (ne circolano diversi, ripresi da differenti inquadrature) durano poco più di tre minuti, durante i quali il ragazzo argomenta con molta calma e affrontando pacatamente gli argomenti degli esponenti di CasaPound. Ad esempio, dice che secondo lui CasaPound sta usando la frustrazione della gente che vive in un’area difficile per indirizzarla contro una minoranza debole. «Non mi importa chi mi svaligia casa se mi svaligiano casa», dice a un certo punto, spiegando che il problema è il degrado del quartiere, non l’etnia delle persone.

A un certo punto un uomo gli si avvicina con atteggiamento minaccioso, puntandogli il dito contro il petto e mettendogli le mani sulle spalle. Al termine di un lungo discorso, che l’uomo conclude lamentandosi per l’assenza di servizi nella zona, il ragazzo risponde: «Ma che è colpa dei rom?».

Il video con cui Joe Biden ha risposto alle accuse di comportamenti inappropriati

Il video con cui Joe Biden ha risposto alle accuse di comportamenti inappropriati

L’ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden ha risposto in un video su Twitter alle recenti accuse di comportamenti inappropriati rivoltegli da alcune donne. Le donne hanno raccontato che Biden le ha messe a disagio invadendo il loro spazio personale, senza parlare di violenze o molestie sessuali: una ha raccontato che Biden prima di un comizio le mise le mani sulle spalle e le baciò i capelli, un’altra che Biden le prese il volto tra le mani e sfregò il naso col suo.

«Nei prossimi mesi dovrò parlarvi di molte cose, e quindi voglio essere diretto con voi», dice Biden all’inizio del video, probabilmente alludendo a una sua possibile candidatura alle primarie del Partito Democratico in vista delle elezioni del 2020. Biden dice di aver capito le accuse delle due donne e di aver capito che le norme sociali sono cambiate, e promette che in futuro sarà più consapevole nel rispettare lo spazio personale delle persone: «Non ho mai pensato alla politica come qualcosa di freddo e asettico. L’ho sempre pensata come un modo per avvicinarmi alle persone, stringendo mani, mettendo le mani sulle spalle, dando un abbraccio, un incoraggiamento, e ora facendo selfie. Ma ora le norme sociali hanno iniziato a cambiare, e i confini dello spazio personale da tutelare si sono azzerati. E l’ho capito, l’ho capito».

Il teaser trailer di “Joker”, con Joaquin Phoenix

Il teaser trailer di "Joker", con Joaquin Phoenix

È online il teaser trailer di Joker, il film in cui il famoso antagonista di Batman è interpretato da Joaquin Phoenix. Joker è diretto da Todd Phillips e tra i tanti altri ci recita anche Robert De Niro. Come fa notare Empire, a giudicare dal teaser trailer, sembra «un dramma su un intenso personaggio, alla Martin Scorsese, più che un blockbuster sul personaggio di un fumetto». Il film è ambientato nel 1981 e racconta come un certo Arthur Fleck, un comico squattrinato di Gotham City, divenne Joker. Uscirà a ottobre.

Il trailer in inglese

Nuovo Flash