Il primo gol di Neymar dopo l’infortunio di febbraio

Il primo gol di Neymar dopo l'infortunio di febbraio

Domenica pomeriggio Brasile e Croazia hanno giocato una partita amichevole in preparazione dei Mondiali 2018, che iniziano il 14 giugno. La partita si è disputata allo stadio Anfield Road di Liverpool ed è stata vinta 2-0 dal Brasile. È stata l’occasione per vedere in campo le formazioni con cui le due nazionali dovrebbero giocare le prime partite dei Mondiali, salvo infortuni e altri imprevisti. Nel Brasile si è rivisto Neymar per la prima volta dopo l’infortunio che gli ha fatto terminare in anticipo la stagione con il PSG, lo scorso febbraio.

Neymar è entrato in campo ad inizio secondo tempo e dopo una ventina di minuti ha segnato il gol del vantaggio per il Brasile: dopo essere entrato in area e aver saltato con facilità due difensori croati, ha calciato in porta di potenza senza che il portiere della Croazia potesse fare niente per fermare la palla.

Dal New Jersey alla Francia grazie all’uragano Sandy

Dal New Jersey alla Francia grazie all'uragano Sandy

Il 14 maggio è stato trovato a Plage du Pin Sec – vicino a Bordeaux, in Francia – un cartello che annunciava la vendita di una casa a Brielle, sulla costa del New Jersey. Il cartello era fatto di plastica, era alto 45 centimetri e largo circa 60 e l’ultima volta che l’avevano visto a Brielle era nel 2012, prima che arrivasse l’uragano Sandy. Come ha scritto il New York Times, nel 2012 il cartello finì in mare e da lì ha percorso i quasi 6mila chilometri che dopo aver attraversato l’oceano Atlantico l’hanno portato in Francia. Un esperto di oceanografia ha anche spiegato al New York Times che è probabile che prima di finire sulla spiaggia francese il cartello abbia attraversato l’oceano per tre volte.

Per un errore del sistema, migliaia di persone hanno creduto di aver vinto alla lotteria del South Carolina

Per un errore del sistema, migliaia di persone hanno creduto di aver vinto alla lotteria del South Carolina

Lo scorso 25 dicembre, e più esattamente tra le 17:51 e le 19:53, racconta il New York Times, in South Carolina sono stati venduti per errore migliaia di biglietti vincenti della lotteria dello stato, a causa di un problema di programmazione della società che gestisce i sistemi informatici della lotteria.

Con la lotteria in questione, chi compra un biglietto può scoprire subito se ha vinto qualcosa o no: c’è una griglia con diversi simboli a tema natalizio, e chi trova tre alberi di Natale (disposti in orizzontale, diagonale o verticale) vince una certa cifra, da 2 a 500 dollari. I biglietti venduti nelle due ore del 25 dicembre avevano nove alberi di Natale su nove caselle della griglia: cioè la vincita di tutti i premi possibili, contemporaneamente. Molte persone hanno quindi iniziato a comprare tantissimi biglietti alla volta, accumulando vincite per migliaia di dollari: il totale dei premi da distribuire è arrivato a 35 milioni di dollari, ha detto l’avvocato rappresentante della lotteria.

Scoperto l’errore, alle 19:53 la lotteria è stata sospesa per impedire a chi aveva i biglietti “vincenti” di incassare i premi. Due giorni dopo la lotteria ha confermato l’errore, ma non se ne è saputo più nulla fino allo scorso mercoledì, quando è stato chiesto ai vincitori di inviare il proprio scontrino: non per ricevere la vincita, ma per essere rimborsati del dollaro speso per l’acquisto del biglietto. La lotteria ha spiegato che secondo la legge del South Carolina i premi assegnati da un biglietto emesso per errore non devono essere erogati. Il New York Times dice che questa decisione ha provocato parecchi malumori, perché alcune persone erano riuscite a ritirare la vincita prima della chiusura della lotteria: per 1,7 milioni di dollari, secondo l’avvocato della lotteria.

Attualmente sono in corso dei procedimenti legali (due cause sono già state archiviate) contro la società che gestisce la lotteria, i cui guadagni serviranno a finanziare programmi educativi e borse di studio in South Carolina.

Nuovo Flash