L’uomo più ricco del mondo non è più Bill Gates

L'uomo più ricco del mondo non è più Bill Gates

Dal 7 settembre Bill Gates, fondatore e presidente onorario di Microsoft, non è più l’uomo più ricco del mondo. È stato superato dallo spagnolo Amancio Ortega, proprietario di Inditex, l’azienda che possiede il marchio di fast fashion Zara, oltre a Massimo Dutti, Pull&Bear, Bershka, Oysho e Stradivarius. Ortega ha un patrimonio di 79,5 miliardi di dollari (circa 70,8 miliardi di euro), contro i 78,5 miliardi (circa 70 miliardi di euro) di Gates. Per Inditex il 2015 è stato un anno di grandi guadagni: soltanto in autunno è stato superato il miliardo di dollari e le vendite sono aumentate del 15 per cento rispetto all’anno precedente. Ortega, figlio di un ferroviere, aprì il primo negozio Zara nel 1975 a La Coruña, nel nord ovest della Spagna. L’espressione “fast fashion” fu usata per la prima volta alla fine del 1989 dal New York Times, quando Zara aprì un negozio a New York, perché bastavano 15 giorni affinché un capo di abbigliamento di Zara passasse dalla mente di uno stilista alla vendita in un negozio.

Ortega è sulla lista dei miliardari della rivista Forbes dal 2001 con 6,6 miliardi di dollari di patrimonio: all’epoca Bill Gates era già l’uomo più ricco del mondo, con un patrimonio di 58,7 miliardi di dollari.

Amancio OrtegaAmancio Ortega, il 31 luglio 2016 (MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images)

Il trailer di “Live By Night”, il nuovo film di e con Ben Affleck

Il trailer di "Live By Night", il nuovo film di e con Ben Affleck

Warner Bros ha diffuso il primo trailer di Live By Night, un gangster movie diretto e interpretato da Ben Affleck, che con Argo – il suo ultimo film da regista – vinse l’Oscar per il Miglior film. Nel cast del film ci sono anche Sienna Miller, Zoe Saldana ed Elle Fanning. Live By Night è tratto da un romanzo omonimo di Dennis Lehane ed è ambientato negli Stati Uniti durante il Proibizionismo: parla del figlio del capitano della polizia di Boston che va a vivere in Florida, dove inizia con il contrabbando di alcol e finisce con il diventare un gangster. Uscirà nel gennaio 2017.

Una partita di football americano è fatta soprattutto di pubblicità e replay

Una partita di football americano è fatta soprattutto di pubblicità e replay

L’8 settembre è iniziata la 97esima stagione della NFL, il più importante campionato al mondo di football americano, che si concluderà con il Super Bowl del 5 febbraio 2017. Solo nella stagione regolare si giocheranno 256 partite, a cui dal 7 gennaio 2017 seguiranno quelle dei playoff. Per l’occasione Vox ha pubblicato su Twitter un grafico di un paio d’anni fa che mostra cosa vede in tv chi guarda una partita, tra il fischio d’inizio e la fine. Il tempo di gioco effettivo è circa l’8 per cento del totale; per il 35 per cento del tempo i giocatori stanno in campo ma il gioco è fermo, le pubblicità occupano il 24,5 per cento del tempo, i replay quasi l’11 per cento; le inquadrature di arbitri e allenatori occupano rispettivamente il 3,2 e il 4,9 per cento del tempo totale. L’intervallo principale occupa invece il 3,2 per cento del tempo totale.

Nuovo Flash