Kanye West ha messo su Tidal un video di “Famous”, pieno di celebrità nude (e finte)

Kanye West ha messo su Tidal un video di “Famous”, pieno di celebrità nude (e finte)

Il rapper americano Kanye West ha diffuso il video ufficiale di “Famous”, una canzone del suo ultimo disco The Life of Pablo. West ha mostrato il video in anteprima durante un evento al Great Western Forum di Los Angeles, trasmesso in diretta in streaming: il video completo per ora è disponibile solo su Tidal, il servizio di streaming in alta qualità di Jay Z. Si sta parlando molto del video di “Famous”, di cui circolano dei frammenti su internet, perché in una scena si vedono molte celebrità nude in un enorme letto: ci sono tra gli altri Kanye West, sua moglie Kim Kardashian, le cantanti Taylor Swift e Rihanna, la direttrice di Vogue Anna Wintour, il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti Donald Trump, l’ex atleta Caitlyn Jenner, l’attore – coinvolto in un grande caso di molestie sessuali – Bill Cosby e la modella Amber Rose. West non ha ancora spiegato quali tra le persone mostrate abbia realmente recitato per il video (una potrebbe ad esempio essere Rihanna), ma in molti hanno notato che almeno alcuni – sicuramente Trump, e molto probabilmente Taylor Swift – sono delle statue (molto realistiche). Nel testo della canzone c’è un riferimento molto esplicito a Swift, con la quale West in passato ebbe una famosa discussione agli MTV Video Music Awards del 2009. La scena del video di “Famous” con la gente nuda è ispirata a un dipinto del 2008 dell’artista Vincent Desiderio, intitolato “Sleep”.

Lista di neologismi possibili per altri referendum sulla UE (“Quitaly?”)

Lista di neologismi possibili per altri referendum sulla UE ("Quitaly?")

Il giornale online Quartz ha messo insieme una lista di possibili nomignoli analoghi a “Brexit” con cui si potrebbe parlare dell’uscita dall’Unione Europea degli altri 28 stati membri. Su alcuni giornali si sono già letti “Grexit” per la Grecia e “Frexit” per la Francia, ma i giornalisti di Quartz Nikhil Sonnad e Jason Karaian si sono impegnati a costruire giochi di parole che non contengono il termine “exit” (“uscita” in inglese), ma piuttosto giocano sul suono dei nomi dei vari paesi europei. Alcune idee sono state suggerite da lettori di Quartz attraverso i social network e sono state aggiunte alla lista. Per l’Italia sono state proposte “Italight“, “Outaly” e “Quitaly” (che peraltro è anche il titolo di un libro). Queste sono altre delle migliori:

Austria: “Outsria“, “out” significa “fuori” in inglese

Belgio: “Beljump“, “jump” significa “salto” in inglese

Danimarca: “Dumpmark“, “dump” significa “scaricare”

Francia: oltre a “Frexit“, “Fraurevoir

Lettonia: “Lat-me-out“; in inglese il paese si dice “Latvia” e “let me out” significa “lasciami andare”

Lituania: “Lithawaynia“, da “away“, cioè “via, fuori, lontano

Polonia: oltre a “Noland“, anche “Withdrarsaw“, da Varsavia (“Warsaw“) e ritirarsi (“withdraw“)

Portogallo: “Departugal“, da “Portugal” e “departure“, cioè “partenza”

Repubblica Ceca: “Czech-out” o “Czech-off

Il video virale per sostenere Orlando

Il video virale per sostenere Orlando

Il gruppo Keep Dancing Orlando (letteralmente “Orlando continua a ballare”) ha realizzato un video e lanciato una campagna sui social network per ricordare le vittime della strage di Orlando, avvenuta il 12 giugno 2016, in cui sono morte 49 persone che si trovavano a ballare nella discoteca Pulse. Nel video si vedono molte persone di Orlando che ballano su I Wanna Dance with Somebody di Whitney Houston. Lo scopo della campagna è raccogliere fondi per il OneOrlando Fund, istituito dal sindaco di Orlando Buddy Dyer per aiutare economicamente le persone sopravvissute alla strage e le famiglie di chi è morto. Chiunque può partecipare facendo una donazione o mandando agli organizzatori della campagna un proprio video mentre balla.

Il video è stato condiviso quasi 40mila volte su Facebook. Alcune parti sono state girate al parco divertimenti di Disney World.

Nuovo Flash