Come si sposta un iceberg ampio come il Molise

Come si sposta un iceberg ampio come il Molise

A-68A, il più grosso iceberg attualmente in circolazione, si sta avvicinando sempre di più alla Georgia del Sud, un’isola dell’oceano Atlantico Meridionale abitata quasi esclusivamente da pinguini e foche. A-68A ha una superficie poco più piccola di quella del Molise e simile a quella della Georgia del Sud, e fa un certo effetto vederlo avvicinarsi all’isola come mostrano le immagini realizzate nell’ultimo mese da Sentinel3, un satellite usato dalla missione dell’Agenzia Spaziale Europea Copernicus. L’8 novembre l’iceberg si trovava a soli 350 chilometri dalla Georgia del Sud e se dovesse bloccarsi lungo la sua costa causerebbe grossi problemi agli animali che vi si riproducono: il ghiaccio chiuderà le vie per cui pinguini e foche raggiungono il mare per cacciare e distruggerà gli ecosistemi dei fondali lungo la costa.

Il Masters di Augusta è iniziato con questo grande colpo

Il Masters di Augusta è iniziato con questo grande colpo

Il prestigioso Masters di Augusta, uno dei quattro tornei major del golf professionistico maschile, è iniziato lunedì in Georgia con le sessioni di pratica. In attesa della competizione vera e propria, lo spagnolo Jon Rahm Rodriguez ha messo a segno due hole-in-one in due giorni consecutivi: l’ultimo è già stato descritto come uno dei migliori hole-in-one mai visti su un campo da golf. Rahm ha infatti mandato la pallina in buca in un colpo solo facendole attraversare uno specchio d’acqua con tre rimbalzi. Tornata sul prato, ha corso ancora per qualche secondo sul green fino ad arrivare giusta in buca. Tutto questo è successo peraltro nel giorno in cui Rahm compie 26 anni.

Il bizzarro video del ciondolo che proteggerebbe dal coronavirus

Il bizzarro video del ciondolo che proteggerebbe dal coronavirus

Venerdì 6 novembre, nel corso di un’audizione informale alla Camera presso la Commissione Affari Costituzionali in materia di sicurezza e immigrazione, sono intervenuti alcuni rappresentanti di sindacati della Polizia di Stato e dei sindacati della Polizia penitenziaria. Tra questi c’era anche Giuseppe Tiani, segretario nazionale del sindacato di polizia SIAP, nonché presidente di InnovaPuglia, l’agenzia regionale che si occupa della gestione dei grandi appalti.

Nel corso della sua audizione, dopo aver parlato delle misure per contenere l’immigrazione clandestina e rafforzare il ruolo della polizia penitenziaria, Tiani ha parlato della pandemia da coronavirus e ha mostrato un ciondolo che portava al collo, sostenendo che potrebbe essere dato in dotazione ai poliziotti per non venire contagiati dal virus. Il video sta circolando molto su Internet. Ed è evidente che non c’è nessuna prova scientifica che quel ciondolo possa contrastare il coronavirus.

«Oggi porto al collo un micro purificatore d’aria che costa 50 euro. Questo micro purificatore d’aria di tecnologia israeliana per un metro cubo attorno alla persona che lo indossa genera cationi che inibiscono qualsiasi virus abbia segno positivo. È tecnologia che andrebbe distribuita alle forze di polizia nel paese e a tutti i sanitari impegnati, perché questo ci darebbe una mano a fare più serenamente il nostro lavoro e soprattutto a combattere il virus con la tecnologia»

Nuovo Flash