Come si sposta un iceberg ampio come il Molise

L'iceberg A-68A, a sinistra, fotografato il 2 novembre 2020 dalla missione spaziale dell'Agenzia Spaziale Europea Copernicus Sentinel-3; in alto a destra c'è la Georgia del Sud (ESA/Copernicus Sentinel)
L'iceberg A-68A, a sinistra, fotografato il 2 novembre 2020 dalla missione spaziale dell'Agenzia Spaziale Europea Copernicus Sentinel-3; in alto a destra c'è la Georgia del Sud (ESA/Copernicus Sentinel)

A-68A, il più grosso iceberg attualmente in circolazione, si sta avvicinando sempre di più alla Georgia del Sud, un’isola dell’oceano Atlantico Meridionale abitata quasi esclusivamente da pinguini e foche. A-68A ha una superficie poco più piccola di quella del Molise e simile a quella della Georgia del Sud, e fa un certo effetto vederlo avvicinarsi all’isola come mostrano le immagini realizzate nell’ultimo mese da Sentinel3, un satellite usato dalla missione dell’Agenzia Spaziale Europea Copernicus. L’8 novembre l’iceberg si trovava a soli 350 chilometri dalla Georgia del Sud e se dovesse bloccarsi lungo la sua costa causerebbe grossi problemi agli animali che vi si riproducono: il ghiaccio chiuderà le vie per cui pinguini e foche raggiungono il mare per cacciare e distruggerà gli ecosistemi dei fondali lungo la costa.