Il gran gol di Manuel Locatelli in Milan-Juventus

Il gran gol di Manuel Locatelli in Milan-Juventus

Il Milan ha battuto 1 a 0 la Juventus in uno degli anticipi della nona giornata di Serie A. L’unico gol della partita è stato segnato con un gran tiro dal 18enne centrocampista italiano Manuel Locatelli, che qualche settimana fa aveva segnato un altro gol molto bello sempre in Serie A contro il Sassuolo. Locatelli è uno dei centrocampisti più promettenti del calcio italiano, e nelle ultime settimane è anche diventato titolare al Milan.

Bill Murray ha fatto un salto alla sala stampa della Casa Bianca

Bill Murray ha fatto un salto alla sala stampa della Casa Bianca

Venerdì l’attore comico e santo patrono del Post Bill Murray è comparso a sorpresa nella sala stampa della Casa Bianca. Murray si è presentato con una giacca dei Chicago Cubs, una delle due squadre di baseball di Chicago, a cui manca una sola vittoria per poter accedere alle World Series, la serie di partite che si disputano tra le squadre vincitrici dei due principali campionati di baseball americani. Al suo arrivo, uno dei due giornalisti gli ha rivolto una domanda di baseball, come se stesse parlando con il presidente e Murray ha risposto con tono presidenziale, dicendo che ha molta fiducia nell’attacco dei Cubs.

Murray, che è originario proprio di Chicago, si trova a Washington per la consegna del premio Mark Twain, un riconoscimento per gli attori comici che gli sarà assegnato domenica. Venerdì si trovava alla Casa Bianca per discutere il premio con il presidente Obama e probabilmente anche per parlare di baseball. Obama, che si è laureato e ha vissuto a lungo a Chicago, oltre ad essere stato senatore dell’Illinois (lo stato dove si trova Chicago) è tifoso dell’altra squadra cittadina, i White Sox, ma ha detto che tiferà per i Cubs se dovessero ottenere l’accesso alle World Series.

Trump ha copiato la battuta sul discorso copiato di sua moglie

Trump ha copiato la battuta sul discorso copiato di sua moglie

Giovedì 20 ottobre, il giorno dopo l’ultimo dibattito tv delle elezioni presidenziali, i due principali candidati Hillary Clinton e Donald Trump hanno partecipato a una cena di beneficenza organizzata dalla Alfred E. Smith foundation e dalle associazioni cattoliche di New York. La cena Alfred E. Smith è un classico della campagna elettorale per le presidenziali, e di solito serve ad alleggerire i toni in una fase molto tesa come quella che precede di poche settimane il voto. I candidati sono soliti fare un discorso positivo e pieno di battute, anche per mostrare un lato diverso da quello utilizzato nel corso della campagna. A questo giro Clinton ci è riuscita, mentre Trump ha fatto uno strano discorso pieno di battute-che-non-sono-battute su quanto sia tremenda la prospettiva di una presidenza Clinton, ed è anche stato fischiato.

A un certo punto però Trump ha avuto un guizzo: in quella che in molti hanno giudicato la sua migliore battuta della serata, ha detto: «a questa campagna elettorale i media si stanno comportando in maniera più faziosa che mai. Volete la prova? Michelle Obama fa un discorso, e tutti impazziscono, e credono che sia fantastico e che lei sia incredibile. Mia moglie Melania fa lo stesso identico discorso, e la gente se la prende. Non capisco». Il riferimento è al discorso tenuto questa estate da Melania Trump alla convention dei Repubblicani, che conteneva frasi quasi identiche a quelle di un discorso pronunciato da Michelle Obama nel 2008. Il guaio è che anche la battuta di Trump sembra sia stata copiata: è molto simile e a tratti identica a una vignetta satirica apparsa a luglio sul sito Roll Call, e disegnata dal fumettista R. J. Matson.

Nuovo Flash