(Marco Luzzani/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 22 Ottobre 2016

Il Milan ha sconfitto la Juventus 1 a 0

Per il Milan ha segnato il 18enne Manuel Locatelli, alla Juventus è stato annullato un gol regolare

(Marco Luzzani/Getty Images)

Nell’anticipo serale della nona giornata della Serie A, il Milan ha battuto 1 a 0 la Juventus grazie a un gol segnato da Manuel Locatelli nel secondo tempo. Nel primo tempo alla Juventus è stato annullato un gol regolare segnato su punizione di Miralem Pjanić per un presunto fuorigioco. Con la vittoria di oggi il Milan si porta a due punti di distanza dalla Juventus, ancora prima in classifica.

***

Milan-Juventus, che inizierà stasera alle 20.45, è la partita più importante della nona giornata della Serie, il più importante campionato di calcio in Italia. Juventus e Milan occupano attualmente la prima e la seconda posizione in campionato: per la Juventus non è una novità e in molti si aspettavano di ritrovarsela prima già ad inizio campionato mentre in pochi credevano che il Milan potesse disputare un campionato fin qui ottimo. Per entrambe le squadre la partita di stasera è la più difficile dall’inizio del campionato: servirà per capire a che punto sono arrivate, e soprattutto se il Milan può ambire credibilmente alle prime posizioni.

Questo Milan

La squadra allenata da Vincenzo Montella, che rispetto allo scorso anno è cambiata pochissimo, ha vinto cinque partite, ne ha pareggiata una e ne ha perse due. Quello che convince di più del Milan è il modo in cui gioca, sia nelle partite contro squadre più deboli che contro avversari più difficili.

Nell’ultima partita di campionato il Milan ha battuto in trasferta il Chievo Verona per 3 a 1. Era dallo scorso gennaio che il Chievo, una delle sorprese di questo inizio di stagione, non perdeva in casa e non subiva più di un gol a partita. La vittoria del Milan è stata importante soprattutto per come è arrivata, al di là del risultato. C’erano in campo due giocatori che in Serie A hanno giocato meno di dieci partite a testa – il centrocampista 18enne Manuel Locatelli e il centravanti Gianluca Lapadula – ed entrambi hanno fatto bene; il Milan ha vinto con un sistema tattico leggermente diverso dal solito, che nelle azioni offensive diventava una specie di 3-4-3 per mettere in inferiorità numerica i due attaccanti del Chievo, dimostrando una solidità tattica insolita per una squadra a questo punto della stagione. E come ha fatto altre volte in questa stagione, soprattutto in trasferta, il Milan ha risolto la partita nel secondo tempo, dimostrando di stare bene fisicamente.

In molti ritengono che il Milan stia ottenendo più di quanto merita e più di quanto probabilmente otterrà a fine stagione. La rosa attuale è inferiore a quella di Juventus, Napoli, Inter e Roma, e in queste settimane sta probabilmente approfittando di un calendario favorevole e delle difficoltà delle avversarie (che giocano le coppe europee, tutte e quattro). Stasera sarà un’occasione per capire se il Milan di queste settimane ha solamente avuto un buon periodo o se davvero è più forte rispetto alle ultime stagioni.

E la Juventus?

Nell’ultima partita di Champions League giocata contro il Lione, la Juventus ha dato prova per l’ennesima volta di essere una squadra di altissimo livello. Il Lione non si trova in un periodo positivo ma in squadra ha molti giocatori richiesti da alcune delle più grandi squadre d’Europa. Nel primo tempo la Juventus ha controllato il gioco fino a pochi minuti dalla fine, quando l’arbitro ha fischiato un calcio di rigore per gli avversari, poi parato da Gianluigi Buffon. Nel secondo tempo è stato espulso il centrocampista Mario Lemina e nonostante l’inferiorità numerica la Juventus ha continuato a mantenere un atteggiamento propositivo. Di conseguenza il Lione ha avuto diverse occasioni di fare gol, tutte neutralizzate da Buffon, ma portando in attacco i suoi giocatori la Juventus ne ha potuto sfruttare la qualità. Il gol della vittoria è arrivato a un quarto d’ora dalla fine grazie a un tiro potente e ravvicinato calciato da Juan Cuadrado appena dentro l’area di rigore avversaria.

buffon-2

La squadra di Allegri ha ancora grandi margini di miglioramento e col tempo, quando le caratteristiche dei numerosi nuovi giocatori si adatteranno allo stile di gioco della squadra, potrebbe diventare ancora più difficile da affrontare. Stasera la Juventus giocherà con la sua formazione titolare, con le eccezioni di Medhi Benatia che sostituirà l’infortunato Giorgio Chiellini. Il centrocampista Claudio Marchisio sta ancora recuperando da un lungo infortunio ed è stato convocato nuovamente come riserva, come nell’ultima partita di campionato contro l’Udinese.

Il Milan invece non ha convocato Andrea Bertolacci, Mati Fernandez, Luca Antonelli, Riccardo Montolivo e Keisuke Honda, tutti alle prese con problemi fisici.

Le probabili formazioni

Milan (4-3-3) Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Suso, Bacca, Niang
Juventus (3-5-2) Buffon; Benatia, Bonucci, Barzagli; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic, Alex Sandro; Higuain, Dybala

Dove vedere Milan-Juventus

La partita verrà trasmessa da Sky su Sky Sport 1, Sky Super Calcio e Sky Calcio 1 o in streaming da pc, tablet e smartphone con Sky Go. Milan-Juventus sarà trasmessa anche da Mediaset Premium, su Premium Sport 1 e in streaming con Premium Play.