Apple ha fatto alcuni video “ASMR”

Apple ha fatto alcuni video "ASMR"

Apple ha realizzato quattro video “ASMR”, cioè quei video – da qualche anno molto popolari su Internet – fatti per suscitare in chi li guarda sensazioni di piacere e rilassamento grazie a suoni, rumori e voci sussurrate nel microfono. La sigla “ASMR” sta per “Autonomous sensory median response”, risposta autonoma del mediano sensoriale, e indica una sensazione di formicolio percepita sulla nuca o sul collo e che può diffondersi verso la spina dorsale, accompagnata da una sensazione di benessere.

I quattro video di Apple, realizzati con un iPhone, hanno diverse ambientazioni: una pioggia in un campeggio, una passeggiata nella natura, un falegname al lavoro e  la “foresta fantasma di Neskowin” (un luogo molto suggestivo della costa dell’Oregon dove nel 1998 una tempesta erose una parte della spiaggia facendo rinvenire centinaia di tronchi d’albero). Apple consiglia di guardarli indossando degli auricolari, per ascoltare al meglio i suoni e ottenere più facilmente un effetto di rilassamento.

Nel parco di Yosemite, in California, c’è la neve rosa

Nel parco di Yosemite, in California, c'è la neve rosa

Nel parco nazionale di Yosemite, in California, c’è ancora neve nonostante sia estate, ed è rosa: il fenomeno è dovuto alla presenza dei chlamydomonas ascrivibili, organismi unicellulari della classe delle alghe verdi, che sono presenti solo in alta quota e nelle zone polari. Il colore rosso è dovuto alla presenza di un pigmento che consente alle alghe di proteggersi dal sole e dalle radiazioni ultraviolette: lo producono quando c’è più sole e fa più caldo, e per questo è un fenomeno che si verifica soprattutto d’estate, conosciuto anche con il nome di neve rosa o neve cocomero (#watermelonsnow, se la cercate su Instagram). Quest’ultimo soprannome sarebbe dovuto anche al profumo lievemente dolce che, dice chi l’ha vista, si sprigionerebbe dalla neve.

La prima canzone dei Tool in 13 anni

La prima canzone dei Tool in 13 anni

È uscita dopo 13 anni una nuova canzone dei Tool, un gruppo rock tra i più celebrati degli anni Novanta e Duemila, con seguito fedelissimo di appassionati tale per cui vale davvero l’espressione “band di culto”. La canzone si chiama “Fear Inoculum” e anticipa il primo disco della band in 13 anni, che uscirà il 30 agosto. I Tool, la cui discografia è disponibile da pochi giorni sui servizi di streaming, sono famosi e apprezzatissimi dalla critica per il loro stile molto ricercato, sia nelle parti strumentali che nei testi sofisticati. Nel tempo sono stati catalogati in molti modi, dall’alternative metal al progressive rock. Il loro ultimo disco, 10,000 Days, era uscito nel 2006, e il loro ritorno era atteso da anni dai fan.

Nuovo Flash