• Mondo
  • martedì 6 Dicembre 2022

L’uomo sospettato di aver ucciso cinque persone in un locale LGBT+ di Colorado Springs è stato accusato di 305 reati

Anderson Lee Aldrich, il presunto autore della sparatoria avvenuta lo scorso 19 novembre in un locale LGBT+ di Colorado Springs, negli Stati Uniti, è stato formalmente incriminato di 305 reati, tra cui omicidio e crimini motivati da pregiudizi. Nell’attacco erano morte cinque persone e altre 17 erano state ferite. Se condannato, Aldrich rischia l’ergastolo. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 22 febbraio.

Secondo le testimonianze, sabato 19 novembre, intorno a mezzanotte, Anderson Lee Aldrich, che ha 22 anni, era entrato al Club Q e aveva iniziato a sparare contro le persone presenti con un fucile semi-automatico. Diverse persone erano intervenute per fermarlo, e la polizia era arrivata sul posto nel giro di pochissimi minuti e lo aveva arrestato.

Memoriale fuori dal Club Q di Colorado Springs, 22 novembre 2022 (Chet Strange/Getty Images)