Un'immagine degli scontri diffusa su Twitter dal giornalista Yassin Akouh
  • Mondo
  • lunedì 28 Novembre 2022

Gli scontri a Bruxelles dopo la vittoria del Marocco contro il Belgio ai Mondiali in Qatar

Nella capitale e in altre città belghe decine di tifosi marocchini si sono scontrati con la polizia, danneggiando edifici e auto

Un'immagine degli scontri diffusa su Twitter dal giornalista Yassin Akouh
Caricamento player

Domenica sera a Bruxelles, la capitale del Belgio, ci sono stati violenti scontri tra la polizia e tifosi dopo la vittoria del Marocco contro il Belgio ai Mondiali di calcio in Qatar (la partita si è conclusa 2 a 0 per il Marocco). La polizia belga ha detto che decine di tifosi del Marocco sono scesi in strada negli ultimi minuti della partita e hanno distrutto finestre, lanciato fuochi d’artificio e dato fuoco a motorini e automobili, in alcuni casi dopo averle rovesciate e averne distrutto i finestrini con pietre e mattoni.

La polizia ha disperso i tifosi con fumogeni e cannoni ad acqua e ha arrestato una decina di persone: Philippe Close, il sindaco di Bruxelles, ha detto che, a causa della violenza dei tifosi, le forze dell’ordine sono state costrette a rispondere «con durezza», e ha raccomandato agli abitanti di tenersi lontani dal centro. È stata inoltre sospesa la circolazione dei tram e della metropolitana.

In Belgio vivono moltissime persone di origine marocchina: sono circa mezzo milione, il 4% degli abitanti, e insieme a quelle di origine turca costituiscono la parte più ampia di popolazione non europea nel paese. Molte di queste persone sono figli o nipoti di migranti arrivati nel paese soprattutto a partire dagli anni Sessanta, e vivono ancora oggi diversi problemi legati alla mancanza di integrazione. Anche per questo ci si aspettava che la partita tra Belgio e Marocco venisse vissuta da una parte della tifoseria marocchina in modo molto identitario.

Gli scontri tra polizia e tifosi si sono verificati anche ad Anversa, una delle città più grandi del Belgio, e a Liegi, oltre che in alcune città dei Paesi Bassi, dove il Marocco ha un seguito di tifosi piuttosto esteso. A Rotterdam due agenti di polizia sono rimasti feriti.