• Mondo
  • martedì 28 Giugno 2022

Ghislaine Maxwell è stata condannata a 20 anni di prigione per aver aiutato Jeffrey Epstein ad abusare sessualmente di ragazze minorenni

Ghislaine Maxwell, ex compagna e socia del finanziere americano Jeffrey Epstein, è stata condannata a 20 anni di prigione per aver aiutato Epstein – che si era suicidato in carcere nell’agosto del 2019 – ad abusare sessualmente di ragazze minorenni. Maxwell ha 60 anni, è figlia di un noto imprenditore dei media britannico ed era stata arrestata nel luglio del 2020, un anno dopo Epstein.

Lo scorso dicembre un tribunale federale di New York aveva giudicato Maxwell colpevole, tra le altre cose, di aver individuato ragazze minorenni, di averle convinte ad avere rapporti sessuali con Epstein, e di averle accompagnate o di aver organizzato il loro trasporto. Alla fine del processo, durato un mese, il tribunale l’aveva riconosciuta colpevole di cinque dei sei reati di cui era stata accusata, tra cui quello più grave: traffico sessuale di minori, la cui pena massima prevista è pari a 40 anni di carcere. Gli altri quattro reati prevedevano pene massime tra i 5 e i 10 anni di carcere. La sola accusa nei confronti di Maxwell a essere caduta era stata quella di aver convinto una ragazza minorenne a viaggiare in un altro stato per avere rapporti sessuali con Epstein.

– Leggi anche: Gli ultimi giorni in carcere di Jeffrey Epstein

Uno schizzo disegnato durante il processo a Ghislaine Maxwell a New York, 20 dicembre 2021 (AP Photo/ Elizabeth Williams)