Le tracce lasciate da chi ha portato via l'albero (Profilo Facebook di Catello Maresca)
  • Italia
  • giovedì 30 Dicembre 2021

È stato rubato per la seconda volta l’albero di Natale del consiglio comunale di Napoli

Stavolta è stato trovato incendiato in un vicolo dei Quartieri Spagnoli, ed è una cosa che in città può succedere in questo periodo

Le tracce lasciate da chi ha portato via l'albero (Profilo Facebook di Catello Maresca)

Martedì per la seconda volta nel giro di poco più di dieci giorni è stato rubato l’albero di Natale che si trovava all’interno del palazzo in cui ha sede il consiglio comunale di Napoli, in via Verdi, in pieno centro città. L’albero è stato poi ritrovato il pomeriggio del giorno dopo nei pressi di un palazzo abbandonato dei Quartieri Spagnoli, poco lontano, incendiato insieme a cumuli di rifiuti. L’area è stata sequestrata ed è stata fatta una denuncia contro ignoti per deposito e incendio di rifiuti, scrive il sito Fanpage.

Il primo a dare la notizia del furto era stato Catello Maresca, candidato per il centrodestra alle scorse amministrative e ora alla guida dell’opposizione in consiglio. Su Facebook, Maresca aveva pubblicato una foto con la scia di terra lasciata da chi aveva portato via l’albero, scrivendo: «Hanno rubato di nuovo l’albero di Natale dal palazzo del consiglio comunale. Non si possono prendere sotto gamba questi episodi. Napoli è una città splendida, ma molto difficile e ci vuole polso per guidarla».

Sempre Maresca aveva riferito che «dalle prime informazioni sembra che autori del raid siano stati quattro giovani incappucciati ed armati», ed era circolata da subito l’ipotesi che il furto fosse stato organizzato da un gruppo in cerca di legna da ardere per i consueti falò (i cosiddetti “focarazzi”) che si accendono a Napoli in questo periodo dell’anno, quando si avvicina la festa di Sant’Antonio Abate. Un altro albero di Natale era stato infatti rubato già lo scorso 17 dicembre, sempre nell’androne del consiglio comunale, e furti simili sono avvenuti anche in altre sedi non istituzionali.

In quel caso però non c’erano stati testimoni del furto, e l’albero non è stato più ritrovato. Quello rubato martedì invece è stato infine individuato mercoledì pomeriggio dagli agenti della Polizia Locale in vico Tofa, a cinque minuti a piedi dal palazzo del consiglio comunale.