(Vincent Isore/IP3 via ZUMA Press)

Un regalo di Natale al giorno: -1

Un abbonamento a un giornale online che ci piace molto

(Vincent Isore/IP3 via ZUMA Press)

Da qualche anno, quando arriva dicembre, ci spremiamo le meningi per dare qualche idea a chi vuole (o deve, costretto dalle circostanze) fare i regali di Natale. Un regalo di Natale al giorno, ogni giorno per un mese, fino al 24 dicembre. Se questo non fa per voi, ci riproviamo domani. Se anche domani non farà per voi, ricordatevi che c’è sempre la mozione Flanagin.

Forse per fare i modesti, o forse perché a chi ci legge lo ripetiamo già abbastanza spesso e non vogliamo diventare noiosi, abbiamo tenuto l’abbonamento al Post come ultimo regalo di questo calendario dell’avvento di consigli natalizi. In modo del tutto disinteressato ci sentiamo di dire che potrebbe essere un regalo azzeccato per quella vostra persona cara che qualche tempo fa vi ha detto di aver letto e apprezzato un certo nostro articolo, o che da settembre le manca ascoltare Morning ogni mattina o che legge sempre La newsletter sul coronavirus, o quella su Milano, Colonne, o Charlie, sul futuro dei giornali. Ma anche a persone che non ci conoscono o ci conoscono poco, e che secondo voi potrebbero essere contente di conoscerci meglio, con un aiutino da parte vostra.

Con l’abbonamento al Post si possono leggere i nostri articoli senza pubblicità e commentarli. Si può ricevere tutti i pomeriggi Evening Post, la newsletter quotidiana che raccoglie segnalazioni e link su quello che è successo nel mondo (e nella redazione del Post), e dal lunedì al giovedì, prima di andare a dormire, Le Canzoni, la newsletter del direttore Luca Sofri che consiglia, per l’appunto, una canzone al giorno raccontandone la storia. Chi è abbonato può inoltre ascoltare Morning, la rassegna stampa del vicedirettore Francesco Costa che esce dal lunedì al venerdì ogni mattina alle 8, Tienimi Bordone, il podcast di Matteo Bordone sulle cose che non sapevate di voler sapere, e altri podcast riservati agli abbonati e raccolti sulla app del Post. I nostri abbonati poi sono i primi a ricevere inviti e comunicazioni riguardo agli eventi e ai nuovi progetti dalla redazione.

– Leggi anche: Il dodicesimo Natale del Post

Inutile dire, ma lo diciamo lo stesso, che sarebbe un regalo anche per noi, oltre che per la persona a cui doveste decidere di regalarlo. Gli abbonamenti permettono al Post di continuare a fare il suo lavoro, di rispondere di più e meglio alle sue ambizioni, ai suoi rigori, alle aspettative, di dedicare più tempo e risorse a far funzionare ancora meglio il rapporto con chi lo legge e con chi lo sostiene e di aggiungere nuovi progetti a quello che già fa.

Per regalare un abbonamento annuale al Post basta avere l’indirizzo email della persona a cui lo si vuole regalare ed essere registrati sul sito (ma non serve essere abbonati a propria volta). Al suo indirizzo di posta arriverà una email con le istruzioni per attivare l’abbonamento e – se si vuole – un messaggio da chi glielo regala. L’email con il messaggio e le istruzioni può essere programmata per un qualunque giorno posteriore a quello di acquisto (se si vuole che il regalo venga recapitato in un giorno particolare), o può essere inviata immediatamente al momento dell’acquisto del regalo.

– Leggi anche: Cosa fare col pranzo di Natale?

– Sei in cerca di altre idee per Natale? Puoi dare un occhio a tutti i suggerimenti quotidiani che abbiamo messo insieme finora oppure a una delle nostre liste: è troppo tardi per ordinarle online, ma potete sempre cercarle nei negozi. Qui ci sono anche 7 idee per fare un regalo senza comprare niente e qui 15 buoni o abbonamenti da comprare online anche all’ultimo momento.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.