(Sarah Silbiger/Getty Images)

Su Amazon il Black Friday inizia venerdì 19

E va avanti fino al 29 novembre: le solite dritte per non farsi fregare e dove seguire le segnalazioni di Consumismi

(Sarah Silbiger/Getty Images)

Teoricamente il Black Friday quest’anno dovrebbe cadere il 26 novembre ma, come succede già da un po’ e come si intuisce facilmente facendo un rapido giro tra i principali e-commerce, le prime promozioni sono già iniziate. Amazon, il principale promotore di questa ricorrenza, ha cominciato a promuovere i primi sconti l’8 novembre e oggi ha annunciato che gli sconti più sostanziosi del Black Friday inizieranno venerdì 19. Saranno disponibili a questa pagina dalla mezzanotte di domani e andranno avanti fino al Cyber Monday, lunedì 29 novembre.

In generale, le ricorrenze commerciali come il Black Friday possono dare la sensazione che ogni cosa sia un’occasione solo per il fatto di essere scontata e che approfittare di ogni promozione – anche per comprare cose di cui non abbiamo bisogno – sia la cosa più furba che possiamo fare. Ovviamente non è così: il primo criterio a cui affidarsi per decidere se fare un acquisto è pensare seriamente a quanto se ne ha bisogno e quanto lo si userà. Il secondo criterio è che la cosa che vogliamo comprare abbia un prezzo effettivamente più vantaggioso del solito: soprattutto su e-commerce come Amazon, che calcolano lo sconto in riferimento al prezzo di vendita iniziale (anche se magari è passato un po’ e nel frattempo è sceso), non è sempre così e può capitare di farsi fregare.

Per quanto riguarda Amazon, questa verifica può essere fatta da chiunque usando strumenti online gratuiti come Keepa e CamelCamelCamel, che mostrano l’andamento del prezzo di un prodotto da quando è online: qui avevamo scritto una guida dettagliata. In caso di altri e-commerce si possono usare comparatori di prezzi come Trovaprezzi.it, tenendo conto però che aggrega anche prezzi di e-commerce sconosciuti e poco affidabili. Su Amazon leggere le recensioni è sempre una buona idea, partendo dalle più recenti (e non dalle migliori) e con la consapevolezza che non tutte sono sempre attendibilissime: anche su questo avevamo messo insieme alcune dritte. Altri strumenti utili che si possono usare per capire se un prodotto è un valido acquisto sono le recensioni su siti specializzati o su YouTube, i cui video sono utili soprattutto per vedere come è fatto il prodotto e come funziona. E poi naturalmente c’è l’archivio di Consumismi.

Chi è interessato ad approfittare di qualche vero sconto, ma non ha troppo tempo da dedicarci, fino alla fine del mese la redazione di Consumismi segnalerà qui le offerte più interessanti di Amazon e degli altri e-commerce.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.