• Mondo
  • martedì 9 Novembre 2021

Le Nazioni Unite hanno detto che almeno 16 loro dipendenti sono stati arrestati in Etiopia

Le Nazioni Unite hanno detto che almeno 16 loro dipendenti sono stati arrestati ad Addis Abeba, la capitale dell’Etiopia, paese in cui da più di un anno è in corso una guerra e in cui il governo ha dichiarato di recente lo stato di emergenza. Un operatore umanitario che lavora nel paese ha detto ad Associated Press che i 16 dipendenti sono tutti originari del Tigrè, la regione nel nord dell’Etiopia da cui arrivano i separatisti del Fronte di liberazione del Tigrè, che combattono contro il governo federale e che di recente si sono avvicinati ad Addis Abeba.

Stephane Dujarric, portavoce delle Nazioni Unite, ha detto che i 16 dipendenti tigrini «sono al momento detenuti contro la loro volontà», alcuni insieme ai loro familiari, e che altri 6 dipendenti sono stati invece liberati. Ha aggiunto che non sono state per ora fornite motivazioni specifiche per il loro arresto.

– Leggi anche: In Etiopia i ribelli si stanno avvicinando alla capitale Addis Abeba

(Getty Images/Getty Images)