Una scena della serie tv "Friends"

Regali utili per neo genitori

Un elenco di idee per orientarsi con cognizione di causa nel vasto mondo delle cose per neonati

Una scena della serie tv "Friends"

Tutine, scarpette, bavaglini e giochini da culla sono i classici regali che i neo genitori ricevono e finiscono spesso per lasciare in un cassetto, perché lontani dai loro gusti o già acquistati in quantità sufficienti. Uscire dal tracciato di questi regali tradizionali è una buona idea ma può non essere facilissimo per chi non ha dimestichezza con il mondo dei neonati: davanti a parole come dou-dou, mangiapannolini, aspira-caccole e cocoona può capitare di sentirsi spaesati e avere l’istinto di abbandonare la ricerca.

Abbiamo messo insieme una lista di suggerimenti partendo dal presupposto che l’obiettivo da perseguire in questi casi è il risparmio – di energie, soldi, tempo e scocciature – e che ci sono molte cose utili che la maggior parte dei neo genitori desidera intensamente, anche se ancora non lo sa. Non ci sono i grandi essenziali come la carrozzina perché solitamente sono tra le prime cose che i genitori comprano da sé: se siete in confidenza e volete sgravarli dal costo economico di queste cose (spesso molto care) vi conviene mettervi d’accordo direttamente con loro.

Pasti pronti
I primi giorni a casa da neo genitori sono spesso i più delicati e stranianti, quelli in cui ci si mette alla prova per le prime volte in un nuovo ruolo e in cui farebbe comodo non dover pensare almeno a cosa cucinare. Per questo un regalo che fa piacere ricevere è una spesa fatta arrivare a casa, specialmente se con pasti pronti da scaldare o che si possano congelare per i giorni seguenti. Cortilia offre questo servizio con consegna in 24 ore, ma ci sono altre opzioni come Nutribees, che vende piatti pronti, o i siti dei supermercati con un reparto gastronomia, come Esselunga.

Una sdraietta
È un oggetto facilmente trasportabile da una stanza all’altra, dove poter lasciare il neonato in sicurezza e farlo distrarre con i giochini che ci sono attaccati sopra, riposare o dondolare al ritmo del piede del genitore intento a fare altro. Ne esistono svariati modelli per ogni gusto e fascia di prezzo. Su Amazon la più venduta è quella di Ingenuity, che costa 78 euro e ha buone recensioni. Se avete un budget più alto, sui 200 euro, quelle di Charlie Crane in legno di faggio o noce hanno un design scandinavo e sono particolarmente belle. Su RocketBaby trovate diverse vie di mezzo tra le due, sia per quanto riguarda i prezzi che per il “design”.

Marsupio o fascia
Fanno parte della categoria di oggetti comodi sia per il genitore, che può muoversi liberamente con le mani libere, che per il neonato, che può starsene attaccato al proprio genitore anche mentre si va giro. La fascia Caboo di Close Parent costa circa 80 euro su Amazon ed è una fascia pre-annodata di cotone che ha il pregio di essere molto facile da indossare. Sempre su Amazon, questa fascia di Boba costa meno (60 euro), ha ottime recensioni e moltissimi colori e fantasie, ma bisogna ingegnarsi per capire come metterla correttamente, almeno le prime volte. Ci sono diversi tutorial che possono tornare utili in questi casi, o corsi online con ostetrici che spiegano come farlo, se si vuole integrare il regalo. Al Post sono state consigliate anche quelle del marchio Mama Hangs, che costano 97 euro e hanno una tasca in cui infilare comodamente il neonato.

I marsupi sono più strutturati e immediati da usare. Tra i più diffusi ci sono quello di Baby Bjorn che costa 223 euro e quello di Manduca che su Amazon ne costa 95: entrambi hanno il vantaggio che si possono usare fino a un peso di rispettivamente 15 e 20 chili (quindi fino ai 2 o 3 anni circa del bambino).
Esistono consulenti che si occupano di accompagnare i neo genitori alle prime armi col babywearing (cioè, in inglese, la tecnica con cui si “indossano” i bambini), per farlo nel modo giusto e più salutare per entrambi. Per completare il regalo potete pensare di acquistare una consulenza cercando un professionista nella città del vostro neo genitore.

Il seggiolone Tripp Trapp di Stokke
Nel campionato dei regali più apprezzati dai neo-genitori il seggiolone Tripp Trapp di Stokke ha un punteggio molto alto: esiste in diversi colori e su Amazon costa circa 210 euro. È pensato per essere utilizzato per anni, adattandosi alle fasi di crescita del bambino: nei primi mesi consente di tenere il bambino nel seggiolone vicino alla tavola durante i pasti, ma in seguito si può utilizzare come sedia anche per adulti.

Fasciatoio portatile
Serve per cambiare con facilità il bambino quando non si è a casa. Questo di Zara in misto lino e cotone è piuttosto bello e costa 23 euro. Altrimenti su Smallable trovate infinite combinazioni di materiali e fantasie, mentre su Amazon il prodotto più venduto è una borsa pieghevole con tasche e scompartimenti per ottimizzare gli spazi (24 euro).

Palestrina
È una specie di materassino imbottito da appoggiare a terra sormontato da un arco con attaccati pupazzi e sonagli che intrattengono e stimolano il bambino nelle sue prime interazioni con gli oggetti. Questa a forma di volpe costa 135 euro, quest’altra di Ingenuity su Amazon 100 e questa di Fisher Price 90. Anche il negozio di arredamento per la casa Maison du Monde ne ha una selezione tra i 60 e gli 80 euro, che va bene soprattutto per neo genitori a cui piacciono i colori neutri.

Cocoona
Tra le persone interpellate dal Post per la stesura di questo articolo, un paio si sono dette entusiaste di una specie di materasso ergonomico piccolo e bianco con una fascia centrale: si chiama Cocoonababy, è prodotto dall’azienda francese Red Castle. Nonostante non abbia particolari pregi estetici, chi lo usa ne loda l’efficacia nel far dormire serenamente il neonato, che quando ci viene adagiato sopra e fermato con la fascia dovrebbe sentirsi protetto come nel grembo materno. Su ManoMano si trova a 150 euro.

Cuscino per allattamento e gravidanza
Questo è un regalo che è meglio fare già durante la gravidanza, visto che molte donne lo trovano utile anche per dormire più comode negli ultimi mesi, quando la pancia diventa ingombrante. Si può usare in molti modi: non solo per dormire più comodamente da incinte o per dar da mangiare al neonato, ma anche come paracolpi nel lettino o chiudendolo alle estremità e usandolo come “contenitore” per il bambino. Questo di Koala Babycare ha la federa esterna in cotone, è disponibile in fantasie a pois di diversi colori e costa 37 euro. Nella versione “plus” (47 euro) è dotato anche di un cuscinetto rimovibile pensato per dare maggior supporto alla cervicale o alla zona lombare.

Prodotti per l’igiene
La scelta dei prodotti con cui lavare la propria figlia o il proprio figlio è spesso molto personale, e varia a seconda delle preferenze ed esigenze di ciascuno. Due marchi consigliati nel caso vogliate arrischiarvi in questo tipo di regalo, che ha comunque una sua utilità, sono Fiocchi di riso e Bubble. Questo cofanetto di Fiocchi di riso (18,50 euro) contiene detergenti, salviette umidificate e pasta per il cambio pannolino in un formato mini, comodo per i viaggi o per provare i prodotti per la prima volta. Sul sito del marchio ci sono altre opzioni regalo. I prodotti di Bubble hanno una bella grafica che si presta bene a un regalo. Un redattore che non ama le profumazioni delle salviette umidificate si trova bene con quelle di WaterWipes, nel caso voleste regalarne una scorta.

Mussoline
Sono piccole coperte di cotone usate per qualsiasi cosa: come leggere copertine, da mettere sopra il fasciatoio, per avvolgere i bambini, asciugarli, o come protezione sulla spalla per i rigurgiti. Sono un regalo utile, economico, bello (perché esistono in tantissime fantasie) e che si trova un po’ dappertutto: su Amazon 10 di queste bianche in cotone con disegni di animali costano 16 euro; su Zara Home questo set da 3 11 euro. Anche Ikea ha un set di tre lavette in cotone a 3 euro, mentre su Smallable trovate decine di opzioni più ricercate ma anche un po’ più costose, come queste tre a 25 euro.

Scorte di pannolini
Sono una delle cose imprescindibili e una voce fissa nel bilancio economico famigliare, quindi se non volete prendere troppa iniziativa questo è un buon contributo. Hanno buone recensioni i Pampers Progessi: su Amazon il formato scorta (168 pannolini) della taglia più piccola costa 51 euro. Potete anche ingegnarvi a creare una cosiddetta “torta di pannolini”, se siete amanti del genere.
Tra i pannolini lavabili, questi hanno buone recensioni, ma assicuratevi prima che siano un regalo gradito e non diventino l’ennesima seccatura (possono esserlo, se non si è nello spirito giusto). Altrimenti, un redattore diventato padre da poco ha deciso che proverà i servizi di abbonamento di Eco by Naty e Lillydoo.

– Leggi anche: I pannolini di stoffa sono i migliori per l’ambiente?

Catenella per il ciuccio
Utile ai genitori che ancora non lo sanno ma si ritroveranno a raccogliere dieci ciucci nel giro di dieci minuti. Su Amazon quelli del marchio Mushi con palline in silicone e legno sono particolarmente belli: su Amazon si trovano a 20 euro. Dello stesso marchio ci sono anche porta-ciucci coordinati da abbinare.

Abbigliamento, ma di qualche taglia più grande
Se proprio non resistete alla tentazione di comprare qualche capo d’abbigliamento, una buona idea può essere quella di comprarlo di qualche taglia più grande, tenendo conto della stagione a cui si va incontro e delle dimensioni del neonato. Solitamente infatti i neo-genitori hanno già comprato l’essenziale per il primo mese, e a meno che il neonato in questione non sia nato molto più grande o molto più piccolo del previsto dovrebbero già avere una scorta adeguata di tutine e body.
Un consiglio che potrà sembrare severo: per quanto adorabili, lasciate perdere quelle minuscole scarpine che useranno solo per mandarvi una foto, meglio scegliere delle calze. Queste di H&Mqueste altre di Happy Socks costano entrambe 10 euro.

Libri e riviste di Uppa
Uppa è una casa editrice che si occupa di genitorialità e crescita dei bambini. Pubblica manuali illustrati, saggi, albi per bambini e Uppa magazine, un bimestrale rivolto ai genitori e molto apprezzato. I libri e la rivista di Uppa sono scritti e curati da pediatri, pedagogisti, psicologi, ostetrici e altri esperti dell’infanzia e fanno riferimento solo ed esclusivamente alla medicina basata sulle prove d’efficacia. Sono una risorsa affidabile per chi non è ancora diventato genitore o lo è da poco, e può avere dubbi o insicurezze su come gestire e crescere bambine e bambini. La rivista cerca di rispondere alle domande e ai dubbi che si può fare un genitore oggi, andando oltre i molti stereotipi sull’infanzia ancora in circolazione: è bimestrale e l’abbonamento per un anno costa 39 euro. I libri pubblicati finora invece li trovate qui.

Bonus: un agile set fotografico
È il meno utile dei regali di questa lista ma potrebbe piacere a neo genitori che adorano fare foto al proprio figlio e documentarne la crescita con album fotografici o su Instagram. Per avere pronto un set fotografico replicabile tutti i mesi del suo primo anno di vita, basta questo telo coi due segnalini (20 euro su Amazon).

Un regalo per “persone normali”
Dopo la nascita di un bambino la tendenza generale (e anche l’approccio di questa lista) è quasi sempre quella di fare regali per la famiglia, per il neonato o la neonata, o comunque a tema genitoriale. Non è obbligatorio: alcuni neo genitori che abbiamo intervistato dicono di aver apprezzato molto anche regali ricevuti dopo la nascita del proprio figlio che non avevano granché a che fare con quel tema. Per esempio una neo genitrice ci ha detto che se dovesse fare ora un regalo a un’amica che ha partorito da poco le regalerebbe un bel romanzo, un abbonamento a una piattaforma di audiolibri o comunque qualcosa per passare il tempo quando il neonato dorme o mangia o non richiede particolari attenzioni. Ma anche cosmetici, videogiochi e altre cose futili non sono meno gradite.

– Leggi anche: Regali per trentenni

Se non avete trovato niente che vi convinca, qui trovate altre idee.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.