(AP Photo/Eraldo Peres)

«Essere arrestato, essere ucciso o vincere»

Le tre alternative per il futuro del presidente brasiliano Bolsonaro, secondo Bolsonaro

(AP Photo/Eraldo Peres)

Durante una funzione evangelica a Goiânia, in Brasile, il presidente Jair Bolsonaro ha detto che ci sono tre possibilità per il suo futuro: «Essere arrestato, essere ucciso o vincere».

Bolsonaro, che ha 66 anni ed è presidente dal 2018, è da tempo in qualche difficoltà. La cattiva gestione della pandemia ha prodotto un grosso calo dei suoi consensi e un’inchiesta che ha ulteriormente intaccato la sua popolarità. In questi quasi tre anni di governo, Bolsonaro ha dovuto cambiare più volte suoi ministri, per contrasti e dimissioni, e negli ultimi tempi sono molto aumentati anche i contrasti con le autorità giudiziarie.

Nei sondaggi per le presidenziali del 2022, Bolsonaro è in grande svantaggio rispetto all’ex presidente Lula, che dopo l’annullamento delle condanne per corruzione potrà candidarsi nuovamente. Negli ultimi tempi, Bolsonaro ha attaccato più volte la commissione elettorale brasiliana, insinuando dubbi sulla validità dei sistemi di voto elettronici e dicendo che potrebbe non riconoscere il risultato delle prossime elezioni, in caso di sconfitta.

Dopo la frase sulle tre possibilità, Bolsonaro ha aggiunto che non sarà «mai arrestato» perché nessuno avrà il coraggio di farlo e che la sua vita «dipende da Dio».