Il surfista giapponese Hiroto Ohhara sotto la pioggia durante i quarti di finale di surf alle Olimpiadi di Tokyo (Ryan Pierse/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 27 Luglio 2021

Il tifone Nepartak sta arrivando in Giappone

È un problema per alcune gare olimpiche, tra cui quelle di surf, tiro con l'arco e vela, che intanto sono state anticipate o rimandate

Il surfista giapponese Hiroto Ohhara sotto la pioggia durante i quarti di finale di surf alle Olimpiadi di Tokyo (Ryan Pierse/Getty Images)

Nelle prossime ore un tifone tropicale arriverà in Giappone, portando con sé forti venti e piogge. L’attesa per il suo arrivo ha già costretto gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo a modificare il programma di alcune gare, per evitare problemi. Il tifone, chiamato Nepartak, si è sviluppato tra la fine di giugno e l’inizio di luglio a sud dell’isola di Guam, nell’oceano Pacifico occidentale, e secondo il servizio meteorologico giapponese dovrebbe arrivare nel nordest del Giappone mercoledì.

Al momento il tifone si trova ancora al largo della costa pacifica dell’isola di Honshu, la più grande dell’arcipelago giapponese, dove si trovano la capitale Tokyo e quasi tutte le più grandi città del paese. Si muove a una velocità di 35 km all’ora e sta causando raffiche di vento che hanno raggiunto i 90 km all’ora: si prevede però che le raffiche si attenueranno quando mercoledì il tifone colpirà il Giappone, arrivando a un massimo di 65 km all’ora. Il tifone potrebbe comunque portare forti piogge, fino a 150 mm in alcune zone, concentrate principalmente a nord di Tokyo e vicino alla costa.

Anche se non è ancora arrivato sulle coste giapponesi, il tifone Nepartak ha già costretto gli organizzatori delle Olimpiadi a modificare i programmi di alcune gare. I problemi principali hanno riguardato ovviamente gli sport che si svolgono all’aperto, e in particolare il surf, che si disputa sulla spiaggia di Tsurigasaki, sulla costa pacifica, a circa 100 chilometri da Tokyo, che potrebbe essere tra le prime zone colpite dal tifone.

La riuscita delle gare di surf – disciplina al suo debutto olimpico – potrebbe essere impedita dai forti venti e per questo motivo le finali in programma per mercoledì sono state anticipate a martedì, subito dopo le semifinali. Anche gli orari di alcune gare di tiro con l’arco, canottaggio e vela sono stati modificati. Masa Takaya, portavoce dell’organizzazione dei Giochi olimpici di Tokyo, ha detto che per ora non sono previsti altri cambiamenti nel programma.

Il tifone dovrebbe far abbassare le temperature che in questi giorni sono state particolarmente elevate nell’area di Tokyo e hanno causato disagi a diversi atleti: a Tokyo è stata registrata una temperatura massima di 34 °C con un’umidità intorno all’80%, ma grazie al tifone tra martedì e mercoledì la temperatura dovrebbe scendere fino a 29 °C, per poi tornare a rialzarsi progressivamente verso venerdì, quando il tifone avrà lasciato il Giappone.