Due immagini con cui l'influencer norvegese Janka Polliani aveva mostrato uno dei modi in cui si può ritoccare una foto per apparire più magri (Janka Polliani)

In Norvegia gli influencer saranno obbligati a segnalare i fotoritocchi

Almeno nei contenuti pubblicitari, come prevede una nuova legge per limitare la pressione sociale riguardo all'aspetto fisico

Due immagini con cui l'influencer norvegese Janka Polliani aveva mostrato uno dei modi in cui si può ritoccare una foto per apparire più magri (Janka Polliani)

In Norvegia prossimamente entrerà in vigore una legge che obbligherà aziende e influencer a segnalare chiaramente tutte le immagini pubblicitarie in cui il corpo di una persona è stato ritoccato per essere abbellito. Il provvedimento, che modifica una legge esistente ed è stato approvato il 2 giugno dal parlamento, stabilisce che in tutte le pubblicità fotoritoccate con filtri o altri sistemi per modificare forme e dimensioni del corpo, ma anche colore e grana della pelle, dovrà essere presente un avviso standard che sarà realizzato dal ministero della Famiglia. Vale in generale per tutte le pubblicità, anche se se ne sta parlando soprattutto in relazione ai social network.

Era da tempo che in Norvegia si discuteva della cosiddetta kroppspress, espressione che letteralmente significa “pressione riguardo al corpo”. Presentando la modifica della legge sulla pubblicità al parlamento il ministro della Famiglia Kjell Ingolf Ropstad aveva detto che gli standard di bellezza diffusi dalla pubblicità contribuiscono alla bassa autostima tra le persone giovani. Ropstad ha ammesso che contrastarne l’influenza è difficile ma pensa che l’obbligo di segnalare i ritocchi possa aiutare.

Intervistato dalla rivista online MinMote, Ropstad ha anche detto di sperare che dovendo usare l’avviso per segnalare i fotoritocchi, le aziende e gli influencer preferiscano non modificare affatto le foto.

Molti influencer norvegesi, come Janka Polliani che ha 185mila follower su Instagram e e Kristin Gjelsvik che ne ha 202mila, hanno detto di essere favorevoli alla nuova legge; alcuni, tra cui Polliani, pensano che dovrebbe riguardare tutte le immagini ritoccate e non solo quelle pubblicitarie – ma lo stato può regolamentare solo le seconde.

La legge entrerà in vigore quando sarà firmata dal re Harald V. Non si sa ancora come sarà fatto l’avviso che dovrà segnalare le foto ritoccate.